Corte Suprema California: udienza su unioni gay

di

Si sono aperte le udienze presso la corte suprema della California per stabilire se il sindaco di San Francisco, Gavin Newsom, abbia abusato della sua carica, celebrando 4.000...

NEW YORK – Si sono aperte le udienze presso la corte suprema della California per stabilire se il sindaco di San Francisco, Gavin Newsom, abbia abusato della sua carica, celebrando 4.000 matrimoni tra coppie omosessuali.
Lo stato della California ritiene che Newsom sia andato contro le leggi statali, che definiscono il matrimonio come l’unione tra un uomo e una donna. Ma il sindaco di San Francisco ha rivendicato la facoltà di interpretare la legge. Secondo il parere di esperti in questioni legali, Newsom non avrebbe dalla sua parte argomenti sufficientemente forti da consentirgli di vincere.
La corte suprema aveva fermato i matrimoni gay lo scorso marzo, accogliendo la richiesta del procuratore generale Bill Lockyer e di alcuni gruppi che si sono schierati a tutela della famiglia tradizionale. Il governatore della California Arnold Schwarzenegger aveva espresso il timore che il comportamento di Newsom, in aperta sfida alle leggi dello stato, costituisse un precedente pericoloso, che altre città avrebbero potuto imitare.
Nel celebrare i matrimoni gay, il sindaco Newsom disse di avere dalla sua parte la costituzione, che vieta ogni tipo di discriminazione. Ma la corte suprema ha fatto sapere che accetterebbe di esaminare possibili incompatibilità tra le leggi statali e la costituzione solo se il caso venisse sollevato in un tribunale ordinario. La comunità gay ha così deciso di presentare una causa contro lo stato presso la corte della contea di San Francisco.

Leggi   Stati Uniti, il ministro della Giustizia: “La legge sui diritti civili non prevede protezione per le persone LGBT”
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...