Da Barcellona la speranza in un vaccino

di

Sono stati presentati alla conferenza mondiale sull'Aids in corso a Barcellona i rirusltati delle ricerche finora condotte su Aidsvax, uno degli ultimi vaccini contro l'Aids in sperimentazione.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BARCELLONA – Sono stati presentati alla conferenza mondiale sull’Aids in corso a Barcellona i rirusltati delle ricerche finora condotte su Aidsvax, uno degli ultimi vaccini contro l’Aids in sperimentazione. A fare il resoconto è stato ieri il presidente e cofondatore della VaxGen, la compagnia americana che firma il vaccino.

Secondo l’azienda, il vaccino "potrebbe essere pronto per il mercato nel 2005", e i risultati delle ricerche inducono all’ottimismo. Entro l’inizio del 2003 dovrebbero essere disponibili i dati relativi alle sperimentazioni su 5.400 omosessuali negli Usa e in Nord Europa e su 2.500 tossicodipendenti del Sud-est asiatico: cifre attese da tutti con ansia, visto che l’Aidsvax è l’unico dei circa trenta vaccini testati nel mondo ad essere così avanti, ad aver cioè quasi completato la "fase tre", immediatamente precedente la commercializzazione.

La comunità scientifica invita però alla cautela. "Non sappiamo assolutamente quando si potrà arrivare a un vaccino efficace", avverte Anthony Fauci, responsabile del Dipartimento malattie infettive del National Institute of Health Usa. Frena anche l’italiano Gianni Rezza, membro della Commissione sui vaccini anti-Aids dell’Organizzazione mondiale della Sanità: "Quando le autorità sanitarie statunitensi lo scorso anno hanno compiuto una verifica sulla sperimentazione dell’Aidsvax hanno deciso di far proseguire i test – ricorda – questo da una parte significa che il prodotto non è tossico, ma d’altra parte vuol dire anche che non ha un significativo effetto, altrimenti la somministrazione sarebbe stata immediatamente allargata".

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...