DADT, di nuovo bloccata la legge per abrogarlo. Obama deluso

di

Di nuovo arenata al Senato la legge per abrogare il divieto di coming out dei soldati americani. Obama si è detto "estremamente deluso". L'America non riesce ad abolire...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
848 0

Si è bloccata nuovamente in Senato la legge che autorizza i gay a servire apertamente nell’esercito americano, mettendo fine all’ipocrita politica del don’t ask, don’t tell in vigore da 17 anni. Il provvedimento, già approvato alla Camera, si è arenato con 57 voti favorevoli e 40 contrari, ovvero con tre voti al di sotto della soglia dei 60 necessari per fermare l’ostruzionismo dei repubblicani.

La legge comprendeva anche un aumento per le truppe in Afghanistan ed in Iraq ed è la prima volta in 48 anni che un provvedimento a favore dei militari viene respinto. "Sono estremamente deluso – ha commentato il presidente americano Barack Obama – pur avendo il supporto bipartisan di una chiara maggioranza di senatori, una minoranza di loro si oppone a fondi per le truppe, i veterani e le loro famiglie".

Lo stop al Senato rischia di vanificare gli sforzi per passare la misura entro la fine dell’anno, prima che s’insedi il nuovo Congresso con i repubblicani che controllano la Camera. La revoca del don’t ask, don’t tell era una delle principali promesse di Obama. Il sistema, adottato nel 1993 sotto la presidenza di Bill Clinton, autorizza di fatto l’ingresso dei gay nelle forze armate a patto che il loro orientamento sessuale non diventi noto.

Leggi   Stati Uniti, predicatore contro la masturbazione: "È come fare sesso gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...