Dalla, Avvenire: “Tentativi di mettere il timbro su storia”

di

Il quotidiano dei vescovi polemizza con chi ha rivendicato, per Marco Alemanno, il ruolo di compagno dell'artista ed ha parlato di "ipocrisia della Chiesa" per un funerale negato...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
864 0
864 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


A distanza di due giorni dal funerale di Lucio Dalla nella basilica di San Petronio a Bologna e dal commosso saluto del suo compagno Marco Alemanno, il mancato coming out del cantante e gli outing postumi continuano a far discutere.

"Il dibattito post mortem sull’orientamento sessuale di Lucio Dalla rappresenta una pagina di cattivo gusto che il sistema mediatico avrebbe potuto e dovuto evitare – ha dichiarato il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e consulente della Commissione parlamentare per l’Infanzia -. Le riflessioni sui funerali in cattedrale, che normalmente agli omosessuali dichiarati verrebbero negati, il presunto mancato coraggio di fare outing (coming out, ndr) e gli interrogativi sul ruolo di compagno o collaboratore di Marco Alemanno si collocano ben oltre la linea di demarcazione della pietà dovuta a un defunto, che del proprio orientamento sessuale ha fatto una questione privata e personale".

"Tutto ciò – continua Marziale – è assurdo e difficilmente può essere annoverato alla voce diritto all’informazione, dietro il cui paravento molti spesso si rifugiano". Per il sociologo "il dibattito danneggia lo sforzo che negli atenei si compie quotidianamente per costruire una cultura scevra da pregiudizi rispetto alle differenze di genere, la cui mancata corretta comprensione origina omofobia e si colloca nel quadro dell’emergenza educativa in corso". "Lucio Dalla, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente e apprezzare per il suo modo di essere – conclude Marziale – era e rimarrà un interprete della più elevata espressione culturale del Paese, a prescindere dal suo orientamento sessuale".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...