Delitto a Como: commerciante ucciso a coltellate

di

La vittima si chiamava Claudio Rizzo, 42 anni, che da pochi mesi aveva aperto un negozio della catena Sach in via Milano.

676 0

COMO – Un uomo è stato trovato ucciso a coltellate in centro a Como. La vittima si chiamava Claudio Rizzo, 42 anni, che da pochi mesi aveva aperto un negozio della catena Sach in via Milano a poche decine di metri dal Palazzo di Giustizia.
L’uomo, secondo alcune testimonianze, sarebbe stato trovato privo di vita nel primo pomeriggio e l’assassino avrebbe infierito su di lui con violenti calci e pugni fino ad ucciderlo. Sul posto si è portato il sostituto Mariano Fadda della Procura di Como.
L’omicidio potrebbe risalire a ieri: secondo le testimonianze raccolte in via Milano, l’uomo sarebbe stato visto per l’ultima volta sabato sera quando ha chiuso il negozio recandosi all’attiguo bar per un aperitivo. Da quel momento non si sa cosa abbia fatto. Sarà comunque l’autopsia a stabilire con certezza l’ora del delitto.
“Sono rimasta scioccata nell’apprendere che lo hanno ucciso – dice Silvia Sessa, parrucchiera della zona -. Sono venuta qui perchè volevo vedere dei capi di abbigliamento da comperare. Lo conoscevo poco ma ho sempre avuto l’impressione che fosse una bella persona, un tipo pulito”. Alle 16 la bara contenente il corpo del negoziante è stata caricata sul carro funebre per essere trasferita all’obitorio del Sant’Anna. Per ora gli inquirenti non si sbilanciano sul movente del delitto.
Secondo quanto raccontano i commercianti e i residenti di via Milano, Claudio Rizzo aveva tendenze omosessuali e tra le prime ipotesi vi è quella di una violenta discussione con un partner. Già qualche anno fa in via Anzani, a circa 200 metri di distanza, un altro omosessuale era stato ucciso nel suo appartamento ma finora non è stato possibile risalire all’omicida.

Leggi   Pontida, bufera sulla Lega: parcheggi rosa ma solo per donne eterosessuali ed europee
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...