Delitto Ferrara: la coppia uccisa perché si opponeva alla relazione tra i due assassini?

di

La rivelazione shock del settimanale Giallo.

12171 2

La notizia – che resta al momento tutta verificare – arriva dal settimanale Giallo e potrebbe fornire il movente del tragico delitto di Ferrara: il 17enne che ha ucciso i genitori dell’amico 16enne a Pontelangorino lo avrebbe fatto per un motivo ben preciso: la coppia non accettava la relazione tra i due ragazzi.

I coniugi Nunzia e Salvatore Vincelli osteggiavano la relazione omosessuale tra Riccardo e Manuel, per questo potrebbero essere stati uccisi”, questa l’indiscrezione della rivista che oggi è in edicola e che ricostruisce la vicenda che ha portato alla morte Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni.

Sarebbe questo il movente, finora sconosciuto, del delitto compiuto da Manuel, su indicazione dell’amico Riccardo. Fino a questo momento si era parlato dei soldi (1.000 euro) promessi dal figlio della coppia uccisa all’amico. Un movente troppo debole, si è spesso detto in questi giorni: solo un legame molto forte – “morboso”, l’hanno definito i compagni di scuola – avrebbe potuto scatenare una furia del genere.

Insomma tra Riccardo e Manuel ci sarebbe stato qualcosa di più di un’amicizia e la natura della loro relazione non era sfuggita alle due vittime, che si sarebbero dimostrate contrarie e questo il figlio avrebbe deciso di eliminarli.

Sul Giallo si legge: “Nei giorni precedenti all’omicidio, Manuel aveva anche pubblicato un messaggio su Facebook in cui provava a svelare il suo amore segreto per Riccardo. Un messaggio ispirato al testo di una canzone del cantante rap Sac1: ‘Per sbaglio si sono innamorati'”.

 

Leggi   Regione Lombardia, chiude lo sportello antigender?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...