Delitto Roccia: cancellato l’ergastolo

di

Il processo d'appello commiina 25 anni alle due amiche della vittima che la strangolarono più di due anni fa.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Alle 13.50 di ieri la Corte d’Assise d’appello di Bari ha ridotto a 25 anni di reclusione la condanna all’ergastolo che Anna Maria Botticelli e Mariena Sica avevano ricevuto per l’omicidio della loro amica Nadia Roccia, avvenuto il 14 marzo del 1999. Contro le due ragazze ventunenni, che hanno confessato, e che anche nel processo di appello sono state ritenute colpevoli, non sono state riconosciute le aggravanti dei futili motivi e quella di aver approfittato delle circostanze tali da ostacolare la difesa pubblica o privata, mentre vengono loro concesse le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti contestate, tra cui la premeditazione del delitto.

Le tre ragazze, le due accusate e la vittima, erano strette da una relazione di amicizia profonda, in cui nel corso del processo è stato anche ravvisato un risvolto erotico. Da un lato si è ventilato come movente dell’omicidio un amore non ricambiato della Botticelli per la vittima, dall’altro la possibilità che Nadia fosse il terzo incomodo nella relazione amorosa tra le due complici.

Rabbiosa reazione della madre, che alla lettura della sentenza ha urlato frasi contro la corte. Il pg Antonino Mirabile ha annunciato il ricorso in Cassazione.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...