Di Pietro attacca il Papa: Gesù vorrebbe le coppie di fatto

di

Il leader dell'Italia dei Valori dice la sua sulle coppie di fatto e va oltre, giudicando sbagliato il pensiero della Chiesa. Perché «Gesù non avrebbe detto di no»...

1064 0

Il riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto e delle unioni omosessuali non è contrario alla dottrina cattolica. È quanto sostiene il candidato e leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro durante la videochat trasmessa dal sito del Corriere delle Sera.

Ma Di Pietro si è spinto anche oltre arrivando persino a interpretare il comportamento di un ipotetico Gesù contemporaneo. «Sono cattolico – ha detto il leader dell’Idv in videochat – e mi sforzo di rispettare i principi di tutti e dico che se Gesù Cristo, quello vero vero vero, quello che stava dalla parte dei poveri e voleva bene al prossimo, oggi fosse vivo, non potrebbe dire mai "siccome non siete sposati, oppure siete dello stesso sesso non potete volervi bene e non potete assistervi in caso di malattia o di vecchiaia e non potete rivendicare diritti di successione"». «Questo Gesu’ Cristo – ha proseguito Di Pietro – non lo permetterebbe. Allora a me questa idea che in nome del cattolicesimo si debba vietare il sostegno, la compagnia, la solidarietà in un rapporto di vita vero, a me – ha concluso – sembra una cosa senza capo né coda ed è contro i principi del cristianesimo».

L’ex magistrato non è mai stato timido alle aperture verso le coppie di fatto e le unioni civili. Nel 2005, sul palco del Mardi Gras di Torre del Lago, davanti a migliaia di gay e lesbiche promise il suo appoggio a qualsiasi legge regolamentasse tali rapporti. Mai prima di oggi, però, il leader dell’Italia dei Valori era arrivato ad attaccare frontalmente la Chiesa e le sue gerarchie.

Leggi   Matteo B. Bianchi: "La mia Madonna ha i jeans e accoglie tutti"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...