DIANA, STORIA DI TRANS

di

Dalle violenze all'emancipazione; l'intervista.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
843 0
843 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Molti conoscono Diana Casas per le sue apparizioni al Maurizio Costanzo Show. La sua storia è una di quelle che arrivano dirette al cuore, presentando nella vita di una sola persona un cammino che è anche manifesto della condizione di tante altre persone.

Diana è nata in Colombia, di sesso maschile, in una famiglia semplice con tanti fratelli. A otto anni Diana ha subito le prime violenze: "mi chiedevo: perché a me? Perché non si comportano così con mio fratello Jairo, o con gli altri bambini? Perché non lo fanno tra di loro? Se cambiavo scuola o quartiere tutto ricominciava daccapo… ". Sin da piccolissimo, insomma, capiva di avere caratteristiche sessuali particolari, che l’hanno portata poi a cambiare sesso.

Diana vuole fare conoscere la sua storia "perché le cose possano migliorare – dice – Penso ai genitori di bambini piccoli, perché riconoscano che i figli sono assolutamente al centro d’ogni attenzione e rispetto. E poi, perché devono pure far conoscere ai propri figli quel mondo semi-sommerso che, piaccia o no, deve emergere completamente.” Così ha accettato che la sua storia diventasse un libro, "Il Volo della Sirena", di Liliana Gimenez, edito da Renzo Editore, nel marzo 2000, libro che ha anche ispirato un film di prossima uscita.

Diana ha anche accettato di parlare con Gay.it della sua storia.

Da dove vieni, Diana, e come mai sei arrivata in Italia?

Vengo dalla Colombia, da padre spagnolo e madre tedesca. Fin da piccola volevo conoscere l’Europa. Ho conosciuto prima la Spagna, poi in Inghilterra ho fatto l’intervento per cambiare sesso. Mi piace l’arte, e per questo sono venuta in Italia. Ho iniziato a frequentare il corso di pittura nella Scuola d’Arte "Nuove Tecnologie", a Roma, e ho finito per specializzarmi a Firenze. Nel frattempo ho conosciuto l’uomo che poi ho sposato, un romano doc, e così il mio viaggio si e’ concluso a Roma, sette anni fa.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...