DiDoré: Arcigay, da noi prudenza

di

Il presidente di Arcigay risponde al nostro direttore che aveva definito assordante il silenzio delle associazioni sulla proposta dei DiDoRé. Mancuso: Siamo prudenti. Vogliamo aspettare il testo.

775 0

Caro Alessio,

comprendo che fare polemica sia il sale di un sito che si occupa anche di notizie, ma per quanto riguarda Arcigay non vi è alcun imbarazzo rispetto alla proposta (per ora fumosa) dei DiDoRè lanciata oggi dal ministro Brunetta. È di ieri un articolo su il Corriere della Sera che da conto di una telefonata tra il sottoscritto e il ministro Rotondi, che ringrazio ancora per il gesto, che ha una sua importante valenza politica. Arcigay non si fa influenzare da chi è al governo, destra o sinistra, ma si confronta  laicamente e concretamente con le proposte che vengono avanzate. Nel Consiglio Nazionale di sabato e domenica faremo una prima valutazione sulla proposta.

Comunque, già ieri, ma forse è bene ribadirlo oggi, ho concordato con il ministro Rotondi che appena sarà pronta la bozza del progetto Arcigay incontrerà i proponenti per un confronto franco e aperto. Per quanto ci riguarda quello che conta è la conquista di diritti concreti per le persone lgbt, tutto il resto è un rindondante contorno poco produttivo. Certo siamo prudenti, perché credo concorderai di annunci ne abbiamo ascoltati molti in questi anni, e di fatti non ne sono seguiti. Non mi sembra poi estremista ricordare che Arcigay ha come obiettivo sindacale la parità di diritti e di doveri per le persone e le coppie gay, conquista questa che sappiamo oggi non alla portata, ma cui non rinunceremo mai, visto che in molti paesi non solo europei è oggi una realtà. In ultimo non mi sfugge, che si sia aperto un importante spiraglio nel campo considerato per tradizione ed atteggiamento avverso, io ne sono contento perché in questo paese è necessario uno schieramento trasversale, perché nelle condizioni attuali nessuno delle due alleanze che si sono alternate al governo hanno a disposizione una maggioranza parlamentare.

Spero di esser stato sufficientemente chiaro ed esaustivo.

Cari saluti

(Aurelio Mancuso)

 

Caro Aurelio, dal vostro sito internet è chiaro come Arcigay, giustamente, intervenga quasi quotidianamente. Lasciami pensare che risulti un po’ strano verificare che ieri, con tutto il pandemonio suscitato dall’annuncio del progetto di legge sui Didorè, coi due ministri sotto il fuoco incrociato del mondo cattolico e di pezzi significativi del governo e dei partiti del centro-destra, Arcigay abbia scelto di non intervenire, così come tutte le altre associazioni lgbt italiane ed i loro dirigenti. Un silenzio assordante.

(Alessio De Giorgi)

Clicca qui per discutere di questo argomento sul forum

Leggi   In Italia il matrimonio gay è vietato dalla Costituzione?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...