“Dio odia i froci”? No, li ama e fa pubblicità

di

Una risposta così la Westboro Church non se l'aspettava. Da Dio, poi, chi l'avrebbe detto?

6950 0

Avete presente la Westboro Baptist Church? Quella che picchetta i funerali dei gay con i cartelli “Dio odia i froci” e cose del genere. Beh, ieri mattina fa i suoi militanti più accaniti hanno avuto un pessimo risveglio. Proprio alle porte della città in cui ha sede la chiesa, a Topeka, è apparso un enorme cartellone pubblicitario con una scritta altrettanto grande che recita: “Dio ama i gay” con tanto di arcobaleno sullo sfondo.

Ad affiggerlo sono stati i gestori della pagina satirica Facebook che si chiama, appunto, Dio e che vanta più di un milione e settecentomila fan. Proprio da quella pagina, infatti, è stato lanciato un progetto di fund raising approdato sulla piattaforma Indiegogo , che mirava a raccogliere fondi per la realizzazione del cartello da affiggere a Topeka, in risposta alle campagne d’odio organizzate dai militanti di Westboro.

La campagna, lanciata lo scorso 9 agosto dopo che è risultata la più votata dai fan della pagina, ha raccolto finora più di 80 mila dollari (contro i 50 mila stabiliti come obiettivo) e non è ancora conclusa. I primi soldi raccolti sono stati utilizzati per il primo cartellone, quello più importante, ma gli autori della pagina non escludono di potere affiggere cartelloni simili anche in altri stati per coprire più territorio possibile.

Inutile dire che alla Westboro non l’hanno presa affatto bene ed hanno definito il cartello “mentitore”, l’omosessualità “un peccato orribile” e ribadito che “dio odia i gay”.

Ecco il video della campagna di raccolta fondi:

Leggi   Fondatore di "Twinks for Trump" arrestato durante un discorso razzista
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...