Discriminare o no? Incredibile scontro ne La Destra sui gay

di

"Er pecora" Buontempo dice a Klauscondicio che non darebbe mai la tessera del suo partito a un gay. Ma il Segretario Storace annuncia: "Se il partito conferma la...

1114 0

L’assessore alle Politiche per la casa della Regione Lazio Teodoro Buontempo, ospite di KlausCondicio, ha rivelato che il suo partito, La Destra, non tessererebbe mai un omosessuale dichiarato, «Non per discriminazione, ma perché iscrivendo dei gay al partito daremmo un cattivo esempio all’immaginario collettivo, di una condivisione di valori che nel nostro dna non abbiamo». «Intendiamoci – precisa poi Buontempo -, incontrerei questa persona e gli spiegherei perché sarebbe sbagliata una simile scelta e che un partito deve avere le sue colonne d’Ercole. Altrimenti non sarebbe un partito, ma un contenitore vuoto come tanti ce ne sono oggi. Gli spiegherei che siamo contrarissimi ai matrimoni omosex e ancor di più alle adozioni, quindi gli direi che non sarebbe opportuno. Inutile essere ipocrita per avere qualche voto in più. Detto questo, difenderei un gay e mi batterei perché venga rispettato».

«E se scoprite che una persona già iscritta è gay?» ha chiesto Klaus Davi. La risposta di Buontempo: «In tutte le buone famiglie ci sono le pecore nere, ma non lo espelleremmo assolutamente, a patto che non cerchi di mettere nei programmi de La Destra le unioni o le adozioni gay. In quel caso sarebbe incompatibile. Ho molti amici omosessuali che sono intelligenti e che rispetto, persone normali e molto capaci. Persone vivono bene questo loro piacere, o problema a seconda dei punti di vista».

Er pecora, come viene chiamato l’esponente di estrema destra dai tempi in cui viveva di espedienti alla Stazione Termini di Roma, punta poi il dito contro la compravendita dei parlamentari nonostante un esponente de La Destra sia appena entrato nel Governo Berlusconi. «Il 15% dei deputati e senatori maschi ha fatto sesso con altri uomini o donne per essere candidato. Ma se parliamo di prostituzione morale arriviamo al 50%». «Ho trascorso molti anni in Parlamento – ha detto Buontempo – e queste cose le so: anche i maschi si prostituiscono. Non lo si dice perché il sistema della politica si regge ancora sul maschilismo. Certi fenomeni – ha detto ancora – sono anche dovuti a questa legge elettorale, che obbliga e favorisce questi comportamenti. Un fenomeno che coinvolge senza distinzione donne e uomini, perchè chi viene candidato non deve più rispondere al bene comune dei cittadini, ma semplicemente al padrone di turno, giallo verde o nero che sia. Per non parlare di cosa fanno per garantirsi la rielezione: sono a caccia di protettori che li garantiscano».

Il segretario nazionale di GayLib, Daniele Priori rivela come nell’autunno del 2004 il segretario de La Destra Storace gli offrì una candidatura "Si capiva da lontano che non poteva essere altro che un bluff", dice Priori. "A distanza di sei anni – continua Priori – le parole di Buontempo confermano il mio sentore di allora, nonostante avessi solo ventidue anni". "Premesso che non vorrei mai nel mio partito una persona con le idee confuse come appare essere Buontempo – dice invece la deputata del PD Paola Concia – rifiuto nella maniera più assoluta un discorso che dice che i gay sono "buoni e cari", simpatici e intelligenti, qualche volta possono essere perfino amici, ma per favore lascino da parte la rivendicazione dei diritti, quelli proprio no. Ecco, tutto questo si chiama con una parola sola, molto precisa: razzismo".

Leggi   Scuola di omofobia: se anche i prof usano gay come insulto

 

Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini interviene in serata con una nota. "Lo statuto de La Destra – scrive la presidente della Regione Lazio – non contiene alcuna discriminazione, tanto meno di genere. La Destra fa parte della coalizione di maggioranza e riguardo le dichiarazioni dell’assessore Buontempo, ho ritenuto giusto confrontarmi con il presidente Storace, lasciando che sia lui a valutare come intervenire". E la reazione di Storace non si è fatta attendere: "Credo che sia stata la solita provocazione di Klaus Davi – ha detto il segretario de La Destra -, anche perché non ho mai sentito Buontempo fare questo tipo di affermazioni. Se invece è la sua opinione – annuncia -, a novembre avremo il congresso e lì potrà proporre di modificare lo statuto. E’ evidente che se dovesse passare una modifica del genere, La Destra si dovrebbe cercare un altro segretario".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...