Donatella blocca libro sull’omicidio Versace

di

Nel libro, il cui editore ne ha sospeso la pubblicazione 24 ore prima della prima uscita, si sostiene che Gianni Versace venne assassinato dalla Mafia.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Donatella Versace ha bloccato il libro di Frank Monte sull’assassinio di suo fratello Gianni, a sole 24 ore dalla prevista pubblicazione. Il libro, intitolato The Spying Game, dà una versione diversa dell’assassinio che, secondo la polizia, è stato compiuto dal gigolò gay Andrew Bucanan a Miami nel 1997. Il detective privato australiano Frank Monte, infatti, afferma di poter presentare solide prove che l’omicidio fu commissionato dalla Mafia.

Questa teoria è risultata sgradevole a Donatella, che si pensa abbia fatto pressioni sull’editore, Pan MacMillan, perché ritirasse il libro solo poche ore prima dell’uscita delle prime 25.000 copie, che dovevano essere messe in vendita a Sidney. "Non abbiamo nessun interesse nel libro o nel suo autore – ha detto un portavoce dei Versace – Il nostro solo interesse è proteggere Versace da affermazioni false e infondate. Ogni azione verso questo libro è stata presa dall’editore".

Monte ha dichiarato che si opporrà a questa decisione.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...