Dubai, l’odissea di Jamie: tre anni di carcere per aver sfiorato un uomo in un pub

di

L'arresto è scattato per pubblica indecenza.

21023 8

Condannato a tre anni di galera per aver osato sfiorare un uomo in un affollato bar di Dubai: l’episodio risale al 15 luglio, ma solo nelle ultime ore sta rimbalzando su tutti i media britannici.

Lo scozzese Jamie Harron, 27 anni, si trovava a Dubai per una gita di un weekend (lavora in Afghanistan), quando ha appoggiato una mano sulla spalla di uno sconosciuto per farsi spazio tra i presenti senza rovesciare il bicchiere che aveva in mano. Denunciato, è stato rintracciato dalla polizia e arrestato per pubblica indecenza: cinque giorni in carcere, ad Al Barsha, poi il rilascio previo ritiro dei documenti.

Successivamente Jamie ha speso 30.000 sterline per le spese legali. Ma non è il primo caso che balza agli onori della cronaca: già lo scorso anno la modella Gigi Gorgeous fu arrestata all’aeroporto di Dubai perché transgender.

L’articolo 177 del Codice Penale di Dubai prevede fino a dieci anni di carcere per atti sessuali tra persone dello stesso sesso.

Leggi   Natalia Aspesi: "Il Gay Pride non è una 'carnevalata', chi lo critica disprezza gli omosessuali"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...