Due settimane di manifestazioni contro l’omofobia

di

Decine di migliaia di gay e lesbiche manifesteranno nelle prossime settimane a Roma, Milano e in molte altre città italiane per la giornata mondiale contro l'omofobia.

667 0

ROMA – Decine di migliaia di gay e lesbiche manifesteranno nelle prossime settimane a Roma, Milano e in molte altre città italiane. Con la giornata mondiale contro l’omofobia, parte il 17 maggio una campagna unitaria delle maggiori associazioni gay e lesbiche italiane per denunciare il ritardo della politica italiana nel riconoscimento della pari dignità delle persone omosessuali.
Il 21 maggio a Roma sarà celebrato il “Pacs day”, con decine di coppie gay, lesbiche ed etero unite in patto civile di solidarietà da consiglieri comunali provenienti da ogni parte d’Italia. Il 4 giugno sarà la volta del gay pride nazionale a Milano, che richiamerà decine di migliaia di manifestanti. Il 20 maggio, a Roma, si terrà intanto un convegno per festeggiare i 20 anni dalla nascita di Arcigay. Il programma delle iniziative sarà presentato domani a Roma, alle 11:30, al Royal Cafè Art Restaurant di piazza del Colosseo 1, con la partecipazione di Imma Battaglia, presidente dell’associazione “Dì Gay Project”, Fabrizio Calzaretti, coordinatore per la Giornata contro l’omofobia, Alessandro Cecchi Paone, giornalista, Paolo Ferigo, coordinatore “Milano Pride ’05”; Cristina Gramolini, presidente nazionale Arcilesbica, Franco Grillini, deputato Ds e presidente onorario Arcigay, Sergio Lo Giudice, presidente nazionale Arcigay, Fabrizio Marrazzo, presidente Arcigay Ora – Roma, Rossana Praitano, presidente del Circolo Mario Mieli, Alessandro Zan, coordinatore del “Pacs day”.
Nell’occasione sarà illustrato il dossier “l’Italia omofoba”, una raccolta degli episodi di omofobia riportati dalla stampa italiana tra il settembre 2004 e l’aprile 2005.

Leggi   Ascoli, coppia gay derisa e insultata in piazza dopo l'unione civile
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...