E’ morto Osgood, paladino dei gay

di

Il 25 dicembre scorso e' morto d'infarto al St. Joseph Hospital, James B. Osgood, 71 anni, di Chicago, attivista per i diritti gay.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


CHICAGO – Il 25 dicembre scorso e’ morto d’infarto a Chicago, James B. Osgood, 71 anni, attivista per i diritti gay.
Osgood e’ diventato un militante “prima della liberazione gay e prima che esserlo fosse OK”, ha detto Thomas E. Gertz, un suo stretto amico e compagno di lotte per 35 anni. Mentre frequentava l’Universita’ di Chicago, dove si laureo’ nel 1954, Osgood divenne un Quacchero. Poi lavoro’ per le Nazioni Unite, a New York, fino al 1960. Nel 1962 prese la specializzazione in Library Science presso l’Universita’ di Pittsburgh e ritorno’ a Chicago con un contratto per la biblioteca del Kennedy-King College, dove lavoro’ fino al 1994, quando ando’ in pensione.
Nel 1953 aveva conosciuto il suo compagno, l’assistente bibliotecario Edward Louzao, con il quale visse fino alla morte di quest’ultimo, avvenuta nell’aprile del 2000. Furono ambedue militanti opposti alla guerra ed alla pena di morte, e nel ’74 divennero buddisti, come ha raccontato Gertz. Osgood e’ conosciuto soprattutto per la sua leadership nella Mattachine Midwest, uno dei primi gruppi che lottarono per i diritti gay.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...