Emmanuel, ucciso perché diverso

di

Emmanuel e Chinyery passeggiavano in centro. Un tizio ha detto a lei "Scimmia africana". Emmanuel ha reagito. Ucciso.

CONDIVIDI
268 Condivisioni Facebook 268 Twitter Google WhatsApp
8766 0

Morto perché la sua pelle era nera. Morto perché si è opposto all’insulto che condannava lui e la sua fidanzata a una condizione di diversità proclamata come difetto, come delitto.

LA COPPIA DELLA SPERANZA
E’ morto dopo tre ore di coma Emmanuel Chidi Namdi, 35 anni, nigeriano, giunto in Italia otto mesi fa insieme a Chinyery, 24 anni, sua compagna poi diventata sua sposa proprio a Fermo, ospiti della comunità Caritas nel seminario arcivescovile di Capodarco. Erano giunti dalla Nigeria, fuggiti dalle stragi sanguinarie che l’organizzazione terroristica jihadista Boko Haram sta compiendo periodicamente nel paese. In una delle quali, avevano perso entrambi i genitori e una figlia. Emmanuel e Chinyery avevano quindi attraversato il deserto, il caos della Libia e si erano imbarcati proprio in uno di quei viaggi della speranza via mare con cui in Italia dall’inizio del 2016 sono arrivate 46.400 persone (fonte openmigration.org). Durante la traversata, Chinyery aveva abortito. Erano finalmente giunti in Italia, accolti nel nostro paese e sistemati presso una struttura gestita dai cattolici. Qui il sacerdote li aveva congiunti in matrimonio.

IL FATTO
La coppia passeggiava in centro città. Un 35enne descritto sinora come ultrà della squadra di calcio locale ha iniziato a insultare Chinyery con l’epiteto “scimmia africana” e a strattonarla. Emmanuel non è rimasto fermo, né zitto. Ha reagito chiedendo spiegazioni. Durante la successiva colluttazione sarebbero stati utilizzati segnali stradali come corpi contundenti. Uno dei colpi si è rivelato mortale per Emmanuel. Anche Chinyery è stata picchiata e ha riportato lievi escoriazioni. Testimone dell’accaduto è anche una persona che passeggiava con l’aggressore, ma che non ha partecipato all’aggressione. I due si sono difesi, dicendo che avevano visto la coppia guardare in modo sospetto tra le automobili del parcheggio.

Chinyery ha disposto la donazione degli organi di Emmanuel.

 

Leggi   Aggredito perché gay, passante lo salva da un pestaggio: "Non uscirò più di casa"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...