EROI DUE VOLTE

di

Parlano i pompieri gay di New York

683 0

NEW YORK. Il vigile del fuoco Tom Ryan era a casa quella disgraziata mattina dell’11 settembre. Appena capisce la gravità di quello che sta succedendo dowtown, corre in caserma e con altri compagni raggiunge il World Trade Center, dove le due torri sono appena crollate.

"Qualcuno mi disse che il cappellano del NYFD Mychal Judge era morto".

Mychal Judge era l’amatissimo cappellano del NYFD, tra i primi ad arrivare sul luogo dell’attentato terroristico e a prestare soccorso alle vittime. Prete cattolico. E gay. (Eh si, Sua Santità. Mychal Judge era prete, cattolico e gay. Ed eroe, lui.)

"Sono cresciuto in una famiglia cattolica irlandese, dove fin da piccolo sapevi cosa potevi e cosa non potevi essere. E essere gay non era nella prima lista". Tom Ryan, 41 anni, omosessuale dichiarato e vigile del fuoco nel New York Fire Department dal 1982. "Certamente ho perso degli amici da quando sono venuto fuori al lavoro, ma penso che se c’è gente che ha un problema con il mio orientamento sessuale, è un problema loro, non mio".

Tom, sposato, divorziato e padre di tre figli ha fatto il suo coming out all’interno del NYFD alla fine degli anni ’90. "Non potevo continuare a dire ai miei figli che essere gay è OK e allo stesso tempo nascondermi al lavoro."

Ryan è presidente del FireFLAG/EMS, un gruppo di supporto per gay e lesbiche nei vigili del fuoco e nel personale dei servizi di emergenza. "Ci sono molti gay nel NYFD, ma hanno tutti una paura matta di venire fuori". Il NYFD è conosciuto qui come una delle roccaforti del machismo e dell’omofobia. Ryan è stato l’unico vigile del fuoco gay a sfilare in divisa nella gay pride parade di quest’anno. Insieme a lui però, segno che i tempi cambiano, c’era il Commissario del NYFD, Thomas Von Essen, a dare supporto e un segnale di rottura con il passato.

"Quello che mi ferisce e mi fa incazzare sono i commenti di certi fanatici religiosi che danno la colpa ai gay per quanto è successo e che non vogliono che le agenzie pubbliche e private diano assistenza ai partner gay superstiti.

Mi viene voglia di urlargli: Fottetevi! Vediamo voi correre dentro un palazzo che sta bruciando per salvare qualche vita!"

Tom Ryan partecipa anche al Gay, Lesbian & Straight Education Network, andando in giro per le scuole a parlare della sua esperienza di vigile del fuoco e omosessuale. "Non puoi cambiare il mondo intero, però puoi cambiarne un piccolo pezzo".

di Gabriele Zamparini

Leggi   Bologna, 21enne denuncia atti vandalici omofobi: marchiate porta e finestra - foto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...