Esponente di Casapound: Vendola? “Checcus Istericus”

di

Un candidato al Municipio IV di Roma definisce così il leader di SeL. Poi gioisce per la legge antigay approvata in Russia. Stoccata anche a Luxuria: "Il mio...

4162 0

Usando il latino pensava forse di essere più simpatico o più semplicemente voleva usare la lingua della romanità, seppur maccheronica. Sta di fatto che il fascista del terzo millennio Romano Amtiello – candidato di Casa Pound al Consiglio del Municipio IV di Roma – va a prendere posto nell’elenco di chi insulta il leader di Sel Nichi Vendola per la sua omosessualità più che sui contenuti politici. “Checcus Istericus”, ha scritto sul suo profilo Facebook insieme alla foto di un tweet di Vendolain cui aveva dichiarato che «negli ultimi vent’anni meno sinistra ha significato più povertà in Italia, meno sinistra ha significato meno giustizia sociale: benvenuta sinistra significa benvenuta quella svolta che tanta parte del Paese attende da fin troppo tempo». Un cinguettio che è stato condiviso da Amatiello insieme al commento omofobo.

Amatiello, 43 anni, un passato ne La Destra di Storace prima della militanza con l’associazione fascista romana, si è anche detto contento per la legge antigay approvata pochi giorni fa dal Parlamento russo e che proibisce il coming out in presenza di minori: “Il mio Vladimir è differente – riferendosi alla transgender Luxuria -. Con Putin per la tradizione”, ha scritto sul suo profilo Facebook.

Leggi   Torino, omofobia in una panineria: "Questo è da campo di concentramento"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...