ESSERE LAICI, ESSERE LIBERI

di

Il ciclo di conferenze sull'omosessualità che preparano il terreno al Pride di Padova inaugurato con "Lo stato della laicità". Ecco, in sintesi, i risultati. Con le aperture della...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PADOVA. Parte nel segno del contrappasso il PadovaPride2002. Inaugurato in Sala Anziani di Palazzo Moroni, sede dell’amministrazione padovana, il ciclo di conferenze che da qui a giugno terranno alto il confronto e il dibattito sulle questioni omosessuali in tutto il Nordest si dipanerà da Bolzano a Verona, da Ferrara a Trieste, con un percorso tematico che, in vista del Gay Pride nazionale dell’8 giugno a Padova, affronterà i vari aspetti legati al vissuto omosessuale e alle lotte per la rivendicazione di pari diritti per le persone omosessuali e transessuali. Una scelta condivisa da Milvia Boselli, consigliera comunale Ds, che ravvisa: “Le modalità seguite dagli organizzatori seguono un giusto percorso di sensibilizzazione e coinvolgimento dell’opinione pubblica che arriverà al Gay Pride pronta ad accoglierlo e sentire questa manifestazione per i diritti di gay e lesbiche un momento di rivendicazione da condividere e non qualcosa di avulso dal contesto cittadino”.

Della stessa opinione è l’ex ministro per le pari opportunità, Laura Balbo (foto), che era presente in sala alla conferenza sullo "Stato della laicità", ha salutato con favore la manifestazione di giugno e ha garantito la sua partecipazione. Milvia Borselli è stata una tra i primi esponenti politici a sostenere il Pride padovano e si deve proprio al suo aiuto e a quello dell’ufficio minoranze la concessione di Palazzo Moroni, sede municipale, divenuta per felice contrappasso luogo di partenza delle manifestazione preliminari al PadovaPride2002, a scapito della amministrazione comunale di centro destra guidata dal sindaco Giustina Destro che ha prima promesso e poi negato il patrocinio alla manifestazione.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...