Europa accusa: Praga omofoba, misura il pene dei profughi

di

Per capire se chi chiede asilo politico per persecuzioni in base al proprio orientamento sessuale è davvero gay, la Repubblica Ceca usa un test che misura la reazione...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2311 0

L’agenzia Ue per i diritti fondamentali (Fra) ha accusato oggi di omofobia le autorità ceche perché sottoporrebbero al test della fallometria (misurazione del flusso del sangue nel pene di fronte a scene erotiche) gli stranieri omosessuali che chiedono asilo nella Repubblica ceca. Le autorità ceche usano questo metodo per provare l’omosessualità delle persone che chiedono asilo dicendo di essere perseguitati per il loro orientamento sessuale in paesi come Iran, Siria, Egitto, Azerbeigian, Nigeria, Camerun.

La fallometria è stata inventata dal sessuologo ceco-canadese Kurt Freund (1914-1996) negli anni ’50. L’agenzia Ue per i diritti fondamentali ha denunciato la pratica sulla base di una testimonianza di un profugo gay iraniano processato in Germania, il quale aveva asserito di essere stato sottoposto a fallometria nella Repubblica ceca. Secondo Fra, si tratta di una violazione grave della privacy e della Carta dei diritti fondamentali.

Il tribunale tedesco, stando a quanto riferisce l’agenzia ceca Ctk, aveva espresso dubbi sui metodi delle autorità ceche. Anche l’organizzazione umanitaria Uomo in difficoltà ha detto di avere avuto tre casi di omosessuali sottoposti al test. Secondo Tomas Haisman del ministero dell’Interno ceco, le autorita’ di immigrazione ceche fanno ricorso alla fallometria, ma solo in casi necessari e sempre col consenso della persona. "Negli ultimi dieci anni i casi sono stati dieci al massimo", ha dichiarato al portale novinky.cz.

Leggi   Trans italiana sequestrata per 16 ore dalla polizia turca, silenzio dalla Farnesina
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...