Europride, sit-in ultracattolico prima della parata

di

Oltre alle minaccce di pomodori contro Lady Gaga, anche un sit-in anti gay prima della parata. "Garantiremo sicurezza", dicono dalla questura. Anche un tir pieno di mozzarelle di...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2676 0

Per l’Europride a Roma la questura ha stimato l’arrivo in città di circa 500mila persone. La stima è emersa nel corso di un tavolo tecnico in questura a Roma a cui hanno preso parte anche i promotori della manifestazione. "Abbiamo pianificato servizi significativi ma discreti, cioè poco visibili", ha spiegato il questore Francesco Tagliente, sottolineando che contemporaneamente "con le risorse messe in campo gestiremo anche le iniziative concomitanti". Il riferimento è a eventuali azioni di disturbo e anche a quelle già organizzate, come il sit in di Militia Christi in piazza San Giovanni.

«L’11 giugno, in concomitanza con la parata dell’Europride, faremo un sit in di protesta contro questa vergogna e a difesa dei valori della famiglia e della dignità umana. Dalle 16 alle 17.30 saremo sotto la statua di San Francesco a San Giovanni», annuncia il portavoce dell’associazione ultraccatolica, Fabrizio Lastei. E precisa: «Non condanniamo la tendenza in sè perchè non è una colpa ma ci opponiamo alla pratica dell’omosessualità. Il problema della lobby omosessuale è che è vittima e fautrice di una concezione erotomane della vita e noi invitiamo tutti, omosessuali e non, ad uscire fuori da questa concezione».

In ogni caso, fra minacce di disturbare la manifestazione e quella di contrastare Lady Gaga a suon di pomodori, l’organizzazione prosegue con i preparativi. Quella della cantante sarà un’apparizione lampo. La popstar americana si tratterrà nella Capitale meno di ventiquattr’ore: Gaga arriverà a Roma a bordo di un jet privato la mattina di sabato 11 giugno. Dopo l’esibizione sul palco dell’Europride alle 21, dove canterà "Born This Way" e leggerà un discorso, dovrebbe lasciare l’Italia per dirigersi in Francia: la sua partenza è prevista già per le 21:30.

Nata a New York il 28 marzo 1986 da genitori di origine italiana (Joseph Germanotta, di origine palermitana e Cynthia Bissett di origine veneziana), Lady Gaga ha dichiarato a Vanity Fair: "Sono italianissima. Questo anello che indosso era del mio nonno paterno, Giuseppe Germanotta. È morto tre mesi fa, lo adoravo, faceva scarpe: vede quanto sono italiana?". Che sia orgogliosa delle sue origini lo dimostra il fatto che, a New York, la cantante ha investito in un ristorante tutto italiano e che recentemente ha confessato una passione per un cibo simbolo del made in Italy: la mozzarella di bufala. Che mangia in abbondanza, ma non solo: sembra che ami cospargere il proprio corpo di succose fette del gustoso prodotto per tonificarsi e non invecchiare. Per questo, il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana dop ha deciso di omaggiare la star italo-americana mandandole il 10 giugno a Roma un Tir pieno di mozzarelle di bufala e con una big mozzarella special edition dal nome "Gaga".

Leggi   Riapre il Parlamento, rimosso a Roma murales con bacio Salvini-Di Maio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...