Famiglia: Verdi solidali con esperti esclusi

di

"Esprimiamo la nostra solidarieta' ai professori Marzio Barbagli e Chiara Saraceno". Lo afferma in una dichiarazione il presidente dei Verdi di Bologna, Antonio Amorosi.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BOLOGNA – “Esprimiamo la nostra solidarieta’ ai professori Marzio Barbagli e Chiara Saraceno. La decisione di estrometterli dal comitato scientifico ‘Osservatorio sulla famiglia’ (ideato a Bologna dall’ultima giunta di sinistra), perche’ come dice Maroni ‘chi non crede esclusivamente nel modello di famiglia tradizionale che sta a cuore al governo in carica, non puo’ studiarla’, e’ l’ ennesima manifestazione del nanismo politico e dell’impreparazione culturale di chi ci governa”. Lo afferma in una dichiarazione il presidente dei Verdi di Bologna, Antonio Amorosi, secondo il quale “il modello di famiglia oggi e’ una realta’ molto complessa, dalle famiglie tradizionale alle coppie di fatto, alle coppie gay nessuna e’ riducibile allo Famiglia di Stato Etico che vuole imporre questo governo. Maroni vede conflitti, che in realta’ non esistono, tra i diversi modelli di famiglia”.
“Un ministro – prosegue Amorosi – che semina separatismo, discordia, conflitti tra gruppi sociali, come anche quello della famiglia, ci sembra un fomentatore di quella che Bossi chiama ‘guerra civile’. La ricerca scientifica dopo essere stata impoverita da questa finanziaria, perde cosi’ anche la sua dignita’ metodologica. Maroni piu’ che comportarsi da ministro di uno Stato democratico mostra la tempra culturale di un monarca integralista islamico”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...