Famiglie Arcobaleno da Ikea con un banchetto informativo

di

Il 14 e il 15 maggio prossimo l'associazione di famiglie lgbt sarà presente in sei punti vendita della catena svedese per far conoscere a tutti la realtà delle...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1262 0

La vicenda di Ikea e delle famiglie sembra non essere ancora giunta al capolinea, mediaticamente parlando.

Con il probabile disappunto del sottosegretario con delega alla famiglia Carlo Giovanardi e non solo, infatti, i prossimi 14 e 15 maggio l’associazione Famiglie Arcobaleno, che come certamente sapete accoglie le famiglie gay e lesbiche e i loro bambini e promuove attività per il loro riconoscimento completo, sarà presente con un banchetto informativo proprio in alcuni store Ikea sparsi su tutto il territorio nazionale.

"Famiglie Arcobaleno – si legge in una nota – ha la grande occasione di essere presente con un banchetto presso i negozi IKEA. Il tavolo sarà posizionato dietro le casse e sarà ben visibile". I volontari dell’associazione, durante i due giorni di week end, in cui notoriamente i mobilifici della catena svedese sono particolarmente affollati, distribuiranno materiali informativi, brochure e volantini anche della prossima Festa delle Famiglie.

E proprio oggi, sul sito di Famiglie Arcobaleno, l’associazione pubblica una lettera aperta proprio a Giovanardi e alle ultime esternazioni sulla campagna pubblicitaria di Eataly.

"Il ministro Giovanardi si rende sempre più ridicolo – scrive la presidente Giuseppina La Delfa -. Ricordo a Giovanardi che gli omosessuali italiani sono gli unici in tutta Europa a essere non solo derisi e presi in giro da personaggi come lui ma gli unici a non avere l’ombra di una tutela garantita dalle leggi dello Stato! Affermare perciò che "la famiglia tradizionale è quella discriminata" ha l’aria di essere una battuta assurda se non fosse detta dal sottosegretario alla famiglia". "Giovanardi dovrebbe sapere che l’associazione Famiglie Arcobaleno – continua la presidente – si batte fin dalla nascita per la tutela dei propri figli, chiedendo con disperazione di potere finalmente assumere tutti i doveri che spettano a genitori responsabili quali vogliono essere ; dovrebbe sapere, in effetti, che in parlamento giace una proposta di legge denominata "Della responsabilità genitoriale" dove diciamo chiaramente che vogliamo assumerci tutti i doveri che ci spettano in quanto adulti responsabili. Giovanardi dovrebbe sapere che rivendichiamo il matrimonio civile per potere finalmente, da masochisti quali siamo, prenderci tutte le responsabilità del caso e assumerci tutti i doveri correlati". 

"Se la famiglia, anche quella cosiddetta tradizionale, non viene tutelata in Italia, è solo per colpa di una politica della famiglia totalmente inesistente e non certo perché due uomini o due donne si amano e tentano come possono di attraversare la vita che certo è difficile per tutti ma per loro 10 volte di più – si legge ancora nella lettera -. Ringrazio Eatily, ringrazio Ikea, ringrazio Easyjet, ringrazio il negozio Vivere di Avellino, per ridarci la dignità che meritiamo, per ridarci la visibilità di cui abbiamo bisogno, per ridarci la nostra umanità anche se è solo quella del consumatore". 

Ecco l’elenco dei punti vendita in cui il 14 e il 15 maggio sarà possibile trovare i volontari di Famiglie Arcobaleno:

Milano San Giuliano

Roma Bufalotta  – via Delle Vigne Nuove (Roma/Nord)

Bologna Casalecchio

Torino Collegno

Firenze Sesto Fiorentino

Napoli Afragola

Leggi   Tunisia, si avvicina l'abrogazione della legge che punisce l'omosessualità?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...