Fecondazione: RC vuole aprirla a coppie gay

di

La legge sulla procreazione assistita approderà nuovamente in aula alla Camera la prossima settimana e sarà esaminata e votata dal 10 al 14 giugno.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Si preannuncia intenso il dibattito sulla legge sulla procreazione assistita che approderà nuovamente in aula alla Camera la prossima settimana e sarà esaminata e votata dal 10 al 14 giugno: da una parte la Lega che con un emendamento vuole escludere dalla lista le coppie conviventi, dall’altra Rifondazione comunista che vuole includere nel provvedimento le coppie omosessuali.

La ‘battaglia’ sull’embrione avrà necessariamente carattere trasversale, perchè – come ha affermato la relatrice di maggioranza Dorina Bianchi dell’Udc – "è impossibile ragionare per schieramenti politici". Il confronto – che vedrà in campo cattolici e laici più che centrodestra e centrosinistra – si svolgerà sul testo unificato che riunisce le 16 proposte di legge presentate con l’obiettivo di regolamentare per legge un campo che finora era affidato solo ad atti amministrativi.

Intanto in vista della discussione si sono svolti incontri preparatori del comitato dei 9 della Commissione affari sociali della Camera sugli articoli più ‘controversi’: i diritti del nascituro; le sanzioni per i medici che violeranno le norme di legge, i requisiti per accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita. Secondo l’art. 5 potranno usufruire delle tecniche di procreazione assistita: "Coppie di maggiorenni di sesso diverso, coniugate o conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi".

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...