FESTEGGIAMO L’ORGOGLIO!

di

Oltre alle grandi manifestazioni, tante città celebrano il 28 giugno, Giorno Mondiale del Gay Pride. Ecco cosa avviene a Caserta, Lucca, Pistoia, Pisa, Catania, Torino, Pescara…

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
615 0

PISA – Il movimento omosessuale si allarga, e quest’anno molte città celebrano per la prima volta la Giornata Mondiale dell’orgoglio Omosessuale. D’accordo, non saranno manifestazioni paragonabili al Gay Pride che si è svolto a Bari il 7 giugno scorso, o a quello di Milano del 21, e forse nemmeno come quello che si svolgerà a Roma il 5 luglio, ma per le comunità locali rappresentano comunque un importante momento di visibilità.
Partiamo da Caserta che sta conoscendo in questo periodo un momento di importante vitalità, grazie all’opera del Circolo di Iniziativa e Cultura Omosessuale “Coming Out”. Il “Gay Day” del 28 giugno sarà, a detta degli organizzatori, “una giornata allegra” dall’alba al tramonto, una festosa kermesse di iniziative ed eventi culturali che riempirà piazza Vanvitelli con i colori rainbow, l’arcobaleno che dagli anni ’80 è il simbolo della liberazione omosessuale. “Uno degli scopi della nostra associazione e di questa iniziativa – afferma Veniero Fusco, Presidente del circolo – è aiutare a fare il coming out, a dichiarare la propria omosessualità per viverla serenamente”. All’iniziativa partecipa Amnesty International con uno stand dedicato alle campagne anti-discriminatorie, e la Libreria Mercurio di Napoli, la prima in Campania specializzata in tematiche omosessuali. Nel corso della giornata continuerà la raccolta di firme per la proposta di legge sui PACS. Ulteriori informazioni su www.comingoutcaserta.it.
In Toscana, due città da poco “rivilitalizzate” celebreranno per la prima volta il 28 giugno: a Lucca, l’associazione L’Altro Volto – Lucca Gay Lesbica, organizza una serie di iniziative intitolate “Anche a Lucca ci sono i gay!” incentrate sulla cultura omosessuale e programmate nei giorni 28, 29 e 30 giugno. Si parte sabato 28 giugno, alle 19, presso la libreria Baroni di via San Paolino, con l’incontro con Giuseppe Lo Presti, autore del libro “Omofobia“, una raccolta di citazioni che testimoniano il pregiudizio anti-omosessuale dall’antichità ai giorni nostri. Domenica 29, alle 21, presso il circolo Il Mattaccio di Tassignano, proiezione gratuita di Stonewall, film di Nigel Finch che ripercorre gli eventi della prima rivolta degli omosessuali contro i soprusi della polizia avvenuta a New York il 28 giugno del 1969. Infine, lunedì 30 alle 19, sempre presso la libreria Baroni, con Margherita Giacobino, autrice di “Orgoglio e privilegio – Viaggio eroico nella letteratura lesbica”, si parlerà di donne che amano altre donne, delle loro rivendicazioni e dei libri che ne parlano. Per informazioni: altrovolto@gay.it
A Pistoia, nell’ambito della festa della CGIL, si terrà un dibattito a Serravalle Pistoiese, nella Rocca medioevale, il 29 giugno a partire dalle 21.00, cui partecipano l’On. Franco Grillini, l’Assessore regionale alla cultura Mariella Zoppi, Alessio De Giorgi presidente di Arcigay Toscana, la consigliera regionale Anna Maria Celesti, Stefano Fabeni dell’uff. nuovi diritti nazionale. Si parlerà della legge antidiscriminazione recentemente approvata dalla giunta regionale toscana, di cui l’assessore Zoppi è relatrice, del PaCS e della proposta di Pride Toscana 2004. A seguire lo spettacolo di e con Alessandro Fullin “Inversione sessuale: quale futuro?”, in cui il protagonista, (tra)vestito da esperta dottoressa, tenta questa impresa con una conferenza che tratta degli studi medici che si sono occupati dell’omosessualità maschile e femminile nel XX secolo. Per altre informazioni www.gaypistoia.it.
Sempre in Toscana, a Pisa, Rebeldìa, Laboratorio delle disobbedienze occupato, organizza per il 28 giugno un grande evento serale che si aprirà con un aperitivo caraibico alle 19, seguito da una cena fredda (e, soprattutto, fresca!) e con il festeggiamento di 3 compleanni. Alle 22 lo spettacolo di due delle Ladre di Parrucche, che animeranno tutta la serata, e poi festa en travesti con dj Peo fino a notte. E dopo la festa, per concludere in bellezza, sarà proiettato il film “Priscilla – La regina del deserto”. In contemporanea sarà allestita una mostra di abiti delle drag queen. Ingresso gratuito e bar a prezzo politico. Il Rebeldìa è in via Emanuele Filiberto 3 (trav. via S. Francesco). Per informazioni: rebeldia@email.it
Torniamo al sud: a Catania, il centro di iniziativa GLBT Open Mind organizza il quarto Pride della città, un “orgoglioso corteo a testa alta per uno strepitoso street rave nel cuore della citta”. Il concentramento è in piazza Teatro Massimo alle 17.30 del 28 giugno. Per maggiori informazioni: www.openmind.too.it.
A Torino, sabato 28 “Festa Pride” al Cafè Blue, organizzata da InformaGay e Circolo Maurice. Con Super Dj’s rotation e direttamente dal Drag Queen College di Roma: La Karl Du Pigne’, Natalia Pestrada, Mary Pompins, Barbie Kue. Per info: 0113040934.
La neonata associazione Jonathan di Pescara organizza una festa ufficiale il 28 giugno in un club della città in occasione della giornata mondiale dell’orgoglio omosessuale. La serata si chiamerà “diritti & musiche in movimento”. Per maggiori informazioni: alinvolo@supereva.it
Infine una capatina fuori Italia: il “Collettivo lesbico gay Ticino” organizza una serata alle Piscine dei Grappoli di Sessa, sempre il 28 giugno, a partire dalle 21. Naturalmente per festeggiare la giornata mondiale dell’ orgoglio omosessuale. O anche semplicemente per divertirsi insieme. Per maggiori informazioni www.collegati.ch.

Leggi   Pride, gli omofobi dell'Osservatorio Gender lanciano consigli su come boicottarli
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...