Film su Matthew Shepard al Sundance Festival

di

"The Laramie Project" è basato sulle testimonianze raccolte nella cittadina in cui fu uccisio il giovane gay più di tre anni fa.

850 0

Sarà un film sull’omicidio di Matthew Shepard, il giovane gay americano assassinato brutalmente nel 1998, ad inaugurare l’edizione 2002 del Sundance Film Festival, che parte oggi a Salt Lake City. Il brutale pestaggio del giovane fu una sorta di allarme per una società troppo spesso addormentata. Scatenò l’attenzione dei media, fino alla morte di Matthew avvenuta cinque giorni dopo.

Il film "The Laramie Project" è la risposta di un uomo, il drammaturgo Moisés Kaufman, e dei suoi colleghi al Tectonic Theater Project, che si sono recati a Laramie, nel Wyoming, e hanno fatto più di 200 interviste a cittadini e personaggi politici. Il risultato è un’inchiesta sull’odio e sui pensieri e sentimenti della comunità americana.

Ma "The Laramie Project" non è un esercizio di auto-commiserazione: è solo un tentativo di rendersi conto di ciò che è accaduto. E’ un film, basato su una sceneggiatura, che raccoglie i dettagli dell’omicidio così come vengono rivelati da coloro che lo hanno vissuto da vicino, e – si sa – la verità si trova nei dettagli. Ed è anche un film sull’omofobia presente in America.

Il cast è di massimo livello, e raccoglie assolutamente i migliori attori della cinematografia indipendente americana: Christina Ricci, Steve Buscemi, Laura Linney, Summer Phoenix, Nestor Carbonell, Jeremy Davies, Clea Duvall, e Janeane Garofalo.

Leggi   Torino, rischio chiusura per lo storico festival LGBT Lovers?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...