Finge sesso orale con una statua di Gesù: rischia due anni di carcere

di

Un 14enne della Pennsylvania rischia grosso per la sua bravata con una statua sacra.

7558 0

“Questo ragazzo sarà punito per essere venuto a [coming to] Gesù?”

Se lo chiede l’Huffington Post USA, ironizzando con un gioco di parole la curiosa vicenda.

Come racconta Kron 4, un ragazzo di 14 anni rischia di trascorrere i prossimi 2 anni dietro le sbarre per questa foto scattata all’esterno di Love in the Name of Christ, una organizzazione cristiana di Everett. Nell’immagine, pubblicata a luglio su Facebook, il ragazzo simula un inequivocabile rapporto orale con una statua sacra raffigurante Gesù.

Centinaia sono i commenti ricevuti suoi social network: dai tanti sostenitori “È bellissimo”, “Questo è il paradiso” a chi invece condanna il gesto “Questo è ripugnante – ha commentato un utente – anche se non sei credente dovresti almeno avere rispetto per coloro che lo sono e quelli che andranno in paradiso… sei disgustoso, disturbato, irrispettoso [e via insulti…]”.

Secondo lo Stato della Pennsylvania la “profanazione” è intesa come “la deturpazione, il danneggiamento, la contaminazione” ma è considerata tale anche nel caso in cui l’autore dell’azione sappia che essa “possa urtare la sensibilità delle persone”.

Per questo una semplice bravata, rischia di trasformarsi in una grave accusa.

Come fa notare il sito Patheos.com, in questo Stato gli atti di vandalismo (es: danneggiare un muro pubblico) vengono condannati con un massimo di un anno di prigione, mentre un ragazzo che non ha fatto danni materiali di alcun genere deve invece trascorre due anni in prigione. Due anni invece di uno semplicemente perché si tratta di un “oggetto sacro”.

Leggi   San Francisco avrà un nuovo memoriale dedicato ad Harvey Milk
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...