Formigoni alle coppie: Festeggiate qui S. Valentino vescovo

di

Il governatore della Lombardia invita le coppie a scambiarsi un bacio nella nuova sede della Regione, ma ricorda: "S. Valentino era un vescovo". E le associazioni lgbt lanciano...

3944 0

La sera di San Valentino, il palazzo dove ha sede la Regione Lombardia, il nuovissimo "Palazzo Lombardia" aprirà le porte per accogliere gli innamorati milanesi che vorrano festeggiare la Festa degli Innamorati dal trentanovesimo piano da dove si può godere di una romantica vista serale sulla città. A dare l’annuncio dal suo sito è stato proprio il governatore Roberto Formigoni. I problemi sorgono qualdo un giornalista de Il Fatto gli chiede se l’invito sia o no aperto anche alle coppiegay.

"La festa di San Valentino si chiama così perché si rifà a San Valentino vescovo e martire – spiega Formigoni -. È chiaro a che tipo di ispirazione ci rifacciamo aprendo il trentanovesimo piano di Palazzo Lombardia che – specifica – non potrà essere utilizzato per delle manifestazioni di nessun tipo". "In ogni caso – aggiunge il governatore – non cacceremo nessuno". Nel commento al video-invito pubblicato sul suo sito, Formigoni fa poi riferimento alla Grande Mela, auspicando che per una sera Milano diventi come New York dove le coppie salgono sull’Empire State Building per dichiararsi amore eterno. La stessa New York, vale la pena di ricordare, che lo scorso giugno ha legalizzato il matrimonio gay.

Nella comunità gay milanese, però, il tam-tam è già iniziato e Arcigay chiama tutte le coppie a quello che viene ribattezzato "un bacio collettivo contro le discriminazioni non una manifestazione". "E’ un invito ad accogliere il suggerimento di Formigoni – spiega il presidente di Arcigay Milano Marco Mori – e salire in tanti in cima al palazzo della Regione come liberi cittadini. Così facendo magari il Presidente e i suoi sodali, non ingannati dalle vette solitarie a cui sono abituati, potrebbero rendersi conto della pluralità di affetti e relazioni che colorano il nostro territorio". E a proposito del riferimento religioso della festa, Mori commenta: "Fa bene a citare San Valentino. La leggenda narra che si sia trattato di un credente temerario che sfidava la legge dell’imperatore, il quale voleva un esercito di soldati senza distrazioni, uomini a cui imponeva di non sposarsi. Sembrerebbe che Valentino li sposasse di nascosto, per questo fu processato e ucciso. Formigoni se davvero si ispira a lui dovrebbe prendere esempio e farsi portavoce nel centrodestra e nel Paese affinché vengano rimosse le politiche di esclusione e di discriminazione che vietano alle persone omosessuali di veder legittimate le proprie unioni".

E a quanto pare, l’idea di dare appuntamento anche alle coppie lgbt in quella che viene definita "la sede dell politica più costosa d’Italia" è partita da un post pubblicato da Giuseppe Civati consigliere regionale del Pd sul suo blog per quella che ormai è stata ribattessata "Love Occupy Pirellone". "Al trentanovesimo piano – dice Civati -, tre metri sopra il pregiudizio".

A rilanciare l’appello è Chiara Cremonesi, consigliera di Sel. "Ci chiediamo se questo romantico invito sia rivolto proprio a tutti – chiede -, anche alle migliaia di coppie di fatto omosessuali ed eterosessuali che Regione Lombardia ignora tutto l’anno. Nel dubbio, a tutte queste coppie diciamo noi di raccogliere e rilanciare l’invito".

"Io andrò con il mio compagno e invito anche altre coppie e famiglie di fatto, omosessuali e non, a fare lo stesso – dichiara il vicepresidente del Pd Ivan Scalfarotto -. Se volete esserci anche voi, con i vostri compagni e le vostre compagne e magari anche con i vostri bambini – afferma – tutte quelle famiglie e quegli amori che per la legge e per il Presidente Formigoni non contano nulla, potrebbe diventare davvero un San Valentino indimenticabile".

Leggi   Il vice di Trump va in vacanza: i vicini gli piazzano una bandiera rainbow davanti casa

L’appello è partito anche da Arcilesbica: "Zio Roby, sacro imperatore di Regione Lombardia ha invitato le coppie a celebrare San Valentino al trentanovesimo piano del suo mega palazzo – si legge sul sito dell’associazione -. Ma ci è sorto un dubbio: avrà invitato anche le coppie lesbiche? Non ci resta che scoprirlo: appuntamento alle 19.30 per un bacio collettivo".

Un particolare augurio di San Valentino, poi, arriva alle coppie gay dall’ex ministro dell’agricoltura Giancarlo Galan (Pdl) che coglie l’occasione della festa degli innamorati per scusarsi per le parole prounciate ieri da Giovanardi. "Buon San Valentino a tutte le donne che si stanno baciando, si sono baciate, si baceranno – dice Galan -. Chiedo loro scusa a nome mio e di quanti nel mio partito la pensano come me e credono nel rispetto delle libertà personali, nel rispetto di un sentimento insidacabile da tutelare e non da giudicare. Alcune affermazioni, pensieri, idee del tutto personali, non sono però espressione naturale di un partito che si fonda sulla libertà, come è il nostro. La libertà non è uno slogan, bensì un valore, il più importante".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...