Francia: gay ‘corteggiati’ dai tour operator

di

Le Mans lancia una "Carta di accoglienza e benvenuto" al popolo degli omosessuali.

PARIGI – I gay e le lesbiche sono ormai apertamente corteggiati in Francia da operatori turistici e commerciali, e Le Mans, la cittadina delle corse automobilistiche non lontana da Parigi, lancia una "Carta di accoglienza e benvenuto" al popolo degli omosessuali.

L’hanno firmata oggi il sindaco socialista Jean Claude Boulard, il presidente dell’ufficio del turismo, quattro associazioni locali di omosessuali, e una trentina di negozianti e albergatori che hanno apposto sulle vetrine un adesivo dai colori dell’arcobaleno, come la bandiera della comunita’ gay.

Sui 70 negozianti interpellati, meno della meta’ ha aderito all’iniziativa "che rappresenta un impegno per una societa’ rispettosa dei cittadini nella ricchezza della loro diversita".

Pare che il dibattito sia stato piuttosto acceso. Ma il sindaco assicura che non ci sono state reazioni negative, neppure nelle fila della maggioranza di centro destra.

Le Mans offre ora "un’accoglienza uguale per tutti, perche’ lasciare a Parigi il monopolio dell’apertura e della tolleranza?", insiste il sindaco, fiero della trovata di alleare "coscienza civile" e necessita’ dell’industria turistica. "Malgrado i nostri musei e la citta’ vecchia non riusciamo a far venire i turisti, e’ ora di rinnovare l’immagine della citta’, legata alle ’24 ore’ che ci danno una clientela molto machista e temporanea", dice il direttore dell’Hotel Concorde, che ha deciso di aderire alla Carta. "Dobbiamo attirare una popolazione nuova per i week-end, dal forte potere d’acquisto".

Le Mans, che e’ stata quest’anno la prima citta’ ad inviare un carro alla Gay Pride di Parigi, aprira’ nei prossimi mesi un centro di iniziativa gay e lesbica in locali messi a disposizione dal sindaco. La citta’ e’ stata inserita nella nuova Guide du Petit Fute’ delle destinazioni per omosessuali, presentata ieri al Virgin Megastore del Louvre durante l’inagurazione del reparto libri e dischi riservato appunto agli omosessuali dei due sessi.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...