Francia: Pfizer denuncia “Act Up-Paris”

di

Il presidente di Act Up-Paris è stato ascoltato mercoledì al commissariato di Montrouge, nell'ambito di una denuncia sporta dal laboratorio Pfizer per "danneggiamento volontario di beni privati".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PARIGI – Per la prima volta in Francia, una casa farmaceutica cita in giudizio una associazioni di malati. Il presidente di Act Up-Paris è stato ascoltato mercoledì 22 ottobre al commissariato di Montrouge, nell’ambito di una denuncia sporta dal laboratorio Pfizer per “danneggiamento volontario di beni privati”.
Il 1° settembre, durante una manifestazione davanti alla sede sociale della Pfizer, a Montrouge, seguita alla validazione dell’accordo sull’accesso ai farmaci generici raggiunto il giorno prima a l’OMC dai paesi ricchi, i militanti avevano sporcato l’ingresso (soprattutto delle facciate a vetri) di sangue finto.
“Il laboratorio più ricco del mondo ha una pesante responsabilità nella firma di questo accordo che instaura una procedura inestricabile alla quale si devono sottomettere i paesi candidati all’importazione come alla esportazione di copie di farmaci di marca” spiegava l’associazione in un comunicato. “Per proteggere i suoi brevetti e i suoi immensi profitti (9 miliardi di dollari nell’anno 2002), Pfizer non ha esitato a sacrificare la vita si milioni di malati” proseguiva Act Up-Paris. “E quando, in Francia, una associazione di persone con Hiv/Aids rende pubbliche le responsabilità criminali, i padroni dell’industria farmaceutica non trovano altro da fare che presentare denuncia per una vetrata sporcata e subito ripulita”.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...