FURIA OMOFOBA A LUCCA

di

Nella notte, individui col volto coperto hanno sfondato a sprangate la vetrina di una libreria del centro, che aveva ospitato iniziative gay/lesbiche. Sabato 6 manifestazione di protesta.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


LUCCA – E’ la seconda volta che la libreria Baroni di Lucca subisce attacchi intimidatori, dopo aver ospitato, il 28 e 30 giugno scorsi, due incontri sulla letteratura gay e lesbica, nell’ambito delle iniziative organizzate dalla locale associazione L’Altro Volto / Lucca Gay Lesbica per la giornata mondiale dell’orgoglio omosessuale. La scorsa notte, intorno alle 0.30, un gruppo di giovani a volto coperto sono stati visti colpire a sprangate la vetrina della libreria, situata in via San Paolino, nel centro storico di Lucca, sfondandola. Si sono poi dileguati, dopo aver imbrattato l’altra vetrina con una svastica, sorta di “firma”già apparsa sulle vetrine della stessa libreria lo scorso 30 giugno sotto la scritta “Gay Raus”.
Stamane è stato organizzato un presidio presso la Baroni, cui ha partecipato anche il deputato Ds e presidente onorario Arcigay, Franco Grillini, che ha espresso tutta la sua solidarietà al proprietario della libreria, Cristiano, “colpevole” di aver ospitato nei propri locali le iniziative della associazione gay lesbica L’Altro Volto. I cui membri chiedono insistentemente alle autorità cittadine di intervenire: «dopo i fatti del 30 giugno scorso, abbiamo chiesto al Sindaco un incontro urgente per poter concordare delle iniziative volte a scongiurare il ripetersi di simili atti di vandalismo. Ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta – affermano all’Altro Volto – Sembra quasi che il nostro primo cittadino consideri più ‘opportuno’ confrontarsi con le formazioni giovanili di estrema destra che con i suoi concittadini omosessuali».
L’Altro Volto – Lucca Gay Lesbica, insieme con Arcigay Toscana, ha comunque indetto per sabato 6 settembre alle ore 18 una manifestazione di protesta contro questo «ennesimo atto intimidatorio da parte delle forze intolleranti e omofobe, e per ribadire il desiderio della società civile lucchese di avanzare insieme nel rispetto delle diversità». Per ogni informazione o adesione alla manifestazione, si può scrivere all’email altrovolto@gay.it.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...