Galan: presenterò ddl su coppie gay. Ma Fioroni frena

di

Continuano le aperture nel Pdl a favore di una legge sulle unioni civili. A frenare, però, è Fioroni: "non sono d'accordo sui matrimoni gay". Santanché: "niente diritti di...

2341 0

Galan e il ddl sulle unioni civili – Altre voci su uniscono all’apertura di Bondi sulle unioni civili . Anzi, c’è chi si spinge anche oltre. E’ il caso di

Giancarlo Galan che annuncia di avere pronto un disegno di legge da presentare in parlamento. L’ex governatore del Veneto ha annunciato che una proposta di legge verrà presentata questa settimana con la sua unica firma, anche se non esclude che se ne aggiungano altre. Il riferimento, evidentemente, non è solo a Bondi ma anche ad esponenti laici del Pdl come Mara Carfagna, Daniele Capezzone e Laura Ravetto.

Il bluf di Santanché – Anche Daniela Santanché si dice disposta a cambiare idea sul tema ma le sue parole svelano subito che si tratta di un bluf. “Sono contenta che si apra questo dibattito – dice la pitonessa, come è stata recentemente definita dallo stesso Berlusconi – ascolterò la loro proposta di legge. Mi informerò e ascolterò: solo i paracarri non cambiano mai idea, sono disponibile ad un confronto”. Salvo poi precisare di essere favorevole ai “diritti individuali ma non per quelli di coppia. Non mi risulta che ci sia questa necessità dei matrimoni”.

Fioroni dice no a Bondi – Non sorprende nemmeno la chiusura che arriva dalla parte opposta dell’emiciclo alla proposta di Bondi e Galan. È

Fioroni a fare come sempre da freno sul tema dei diritti lgbt nel partito. “Sui matrimoni gay non la penso come Sandro Bondi”, ha detto l’ex ministro dell’Istruzione intervenendo a Un Giorno da Pecora. “Su questi temi c’è libertà di coscienza, io sono favorevole alle unioni civili e sono contrario ai matrimoni e alle adozioni da parte dei gay. Nella nostra costituzione il matrimonio dice che i figli devono avere un padre e una madre”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...