Gambia: arrestati tre gay, rischiano l’ergastolo

di

La polizia lancia un appello in televisione, ai genitori, per "sradicare" l'omosessualità.

3868 0

Le autorità del Gambia hanno arrestato tre uomini accusati di avere fatto sesso gay. I tre, il cui caso è stato raccontato dalle TV locali, a che sono stati mostrati con il volto coperto, hanno ammesso di essere gay dopo essere stati arrestati.

“Andiamo in cerca di individui sospetti e nel corso delle indaginiabbiamo arrestato gli uomini che hanno confessato di avere commesso atti inumani” hanno dichiarato le forze dell’ordine alla TV. Durante la trasmissione, i servizi segreti hanno rivolto un appello al pubblico, specialmente ai genitori e ai proprietari di case per aiutarli a “sradicare” l’omosessualità.

La legge contro “l’omosessualità aggravata”

Il Gambia ha approvato, lo scorso ottobre, una megge che punisce “l’omosessualità aggravata” con pene che arrivano fino all’ergastolo. Per quella legge, il presidente Yahya Jammeh ha ricevuto condanne e critiche da tutta la comunità internazionale, non solo quella lgbt. Come riporta GayStarNews, l’Unione europea, all’inizio del mese, ha sospeso milioni di euro in finanziamenti allo stato africano, che ha deciso di chiedere supporto ai paesi del Medio Oriente.

Leggi   Todi, assessora del Popolo della Famiglia contro i libri per bambini che parlano di omosessualità
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...