Gandhi bisex, lasciò la moglie per un culturista

di

Secondo un ex giornalista del New York Times, la guida spirituale indiana ebbe una relazione con un culturista tedesco. Si chiamavano Upper e Lower alludendo alle reciproche preferenze...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
2488 0
2488 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Un libro fa emergere il lato bisex del Mahatma Gandhi. A rivelare le presunte relazioni della guida che portò l’India all’indipendenza è un ex giornalista del New York Times Joseph Lelyveld. Nel 1908, scrive Lelyveld, Gandhi lasciò la moglie per un architetto tedesco-ebraico e bodybuilder, Hermann Kallenbach. "Hai preso completamente possesso del mio corpo, questa è una schiavitù con vendetta".

A 70 anni, ormai celebre e con l’India ormai prossima all’indipendenza, incoraggiò la pronipote 17enne, Manu, a denudarsi insieme a lui durante le sue "coccole notturne". E poco dopo Gandhi iniziò a dormire nudo con Manu e altre giovani donne. Con "successo", visto le confidenze che avrebbe fatto a una donna: "Nonostante tutti i miei sforzi, l’organo mi e’ rimasto sollevato. E’ stata un’esperienza strana e imbarazzante".

Soprannominato "Upper House", Camera superiore, mentre il suo amante tedesco era chiamato Lower House, Camera inferiore, alludendo alle loro preferenze sessuali, Kallenbach aveva promesso a Gandhi che non avrebbe guardato con lussuria le donne, e i due si sono promessi "ancora amore, e ancora amore, così tanto amore che il mondo non ha mai visto"

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...