GAY ARABI CONQUISTANO PARIGI

di

"Streetlife": la serata gay degli arabi parigini. Dove cadono tutti i tabù. Ecco le immagini della festa, che si ripeterà il 12 luglio. Nel rispetto di ogni diversità.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
3219 0
3219 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Clicca qui per la galleria di foto di arabi

PARIGI – "Ma ci sono solo bagni per donne qui?"

"Dalle indicazioni sulla porta si direbbe di sì!"

"Vabbé allora aspetterò domani".

Farid non ha nessuna intenzione di fare pipì in una toilette con su stampigliata un’immaginetta di una donnina vestita come agli inizi del secolo scorso, con tanto di cappello e ventaglio. È giovane, con i capelli scurissimi come i suoi occhi. Porta una camicia bianca, a righe. Dei pantaloni che non sono jeans. Una collanina non troppo vistosa, ma quanto basta, su un petto glabro. Il colore della sua pelle è leggermente ambrato e il viso sottile. La barba, tagliata a dovere, lascia un filo di pelo a contornare il mento e le mascelle. È francese quanto un francese sebbene abbia origini algerine. Dall’accento marcato e dalle parole strascicate sulle "a" e sulle "e" si può dedurre che arrivi dal 93, un dipartimento della periferia parigina in cui si sono stabiliti molti fuoriusciti algerini. La sua cultura, quella musulmana, di quell’Algeria invasa e liberata, gli scorre nelle vene. Il suo sangue è caldo. Ci metterà delle ore, diversi wisky coca e molte sigarette prima di convincersi che se non proprio il bagno delle donne almeno l’urinatoio dovrà pur decidersi ad usarlo se non vuole scoppiare.

L’alcool e il fumo non sono vietati dal Corano? Che importa. Qui a "Streetlife" la serata gay degli arabi parigini è tutta un’altra storia. Qui cadono tutti i tabù. È la serata underground della capitale. Ormai da due anni attira le folle ogni quindici giorni. Il venerdì. Si tiene, l’indirizzo tenetelo per voi, al Saint-Arnaud di rue de la Truanderie, traversa di rue Saint-Denis, Metrò Chatelet-Les Halles. La prossima è il 12 luglio. Poi è una questione di calcoli. Sul sito www.streetlife.fr c’è tutto.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...