Gay assassinato a Torino: trovata l’auto

di

E' stata trovata l'auto di Sergio Susbenso, l'operaio gay di 40 anni abitante a Balangero assassinato con quattro coltellate all'addome e trovato cadavere giovedì scorso.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


TORINO – E’ stata trovata l’auto di Sergio Susbenso, l’operaio di 40 anni abitante a Balangero assassinato con quattro coltellate all’addome e trovato cadavere giovedì scorso all’ingresso del parco della Mandria a Venaria. L’auto è stata rinvenuta grazie a una segnalazione in un vicolo di Villanova Canavese dove qualche giorno fa la vittima era stata vista cenare in una pizzeria. All’interno è stato trovato un asciugamano bianco accuratamente piegato e appoggiato sul sedile del passeggero ma nessuna traccia di sangue.
Gli investigatori presumono che l’assassino (o gli assassini) abbiano usato l’auto di Susbenso ma non l’abbiano ucciso all’interno del veicolo. Grazie alle decine di impronte rilevate, si potrebbe arrivare alla soluzione del giallo. Se si rinvenissero anche tracce ematiche e organiche un esame del DNA in tal caso inchioderebbe il colpevole.
Gli inquirenti stanno controllando i locali gay torinesi dove Susbenso potrebbe aver conosciuto il suo assassino mercoledì e puntano anche su un terzo telefonino con numero ‘riservatò scoperto in questi giorni. L’operaio, carrellista da vent’anni in una cartiera, aveva una relazione stabile con un uomo di Torino di cui non si conosce ancora il nome. I moventi possibili restano la rapina (il cadavere non aveva addosso soldi né cellulare) o l’impeto passionale. La seconda ipotesi sarebbe avvalorata dal fatto che sul corpo è stato rinvenuto un plaid, quasi un ultimo gesto di attenzione nei confronti della vittima.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...