Gay contro il G8

di

Titti De Simone annuncia a Montecitorio l'adesione del movimento gay/lesbico al Genoa Social Forum.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
740 0
740 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Alcuni gruppi omosessuali hanno deciso di aderire alle proteste contro il G8 di Genova, e sfileranno al Gay Pride di Roma di sabato 7 luglio indossando abiti bianchi, in segno di sostegno al Genoa Social Forum. Imma Battaglia ha spiegato al quotidiano online Il Nuovo i motivi che hanno portato a scegliere il bianco come colore di questa protesta; l’ispirazione viene dalla filosofia indiana, dove questo colore è simbolo di forza e saggezza, e il riferimento alla politica della non-violenza di Gandhi è forte. "Un modo nuovo di testimoniare la propria forza" spiega Imma "L’istanza della diversità ci fa ritenere che il vertice G8 debba spingere anche la comunità omossessuale ad aderire alla lotta contro la globalizzazione intesa come omologazione e negazione del diritto alla libera scelta sia per i singoli che per le Nazioni".

Intanto Titti De Simone a Montecitorio ha annunciato la partecipazione alla protesta da parte del movimento omosessuale: «Il movimento omosessuale è collegato all’antiglobalizzazione. A protestare contro il G8 ci saranno infatti il 21 luglio anche Arcilesbica, Arcigay, Arcitrans e il circolo "Mario Mieli"».

«Noi rappresentiamo parte del mondo laico – ha continuato la De Simone – Il 28 giugno del ’69 con la rivolta degli omosessuali a Stonewall, New York, nacque il nostro movimento». Critiche sono andate anche al centrosinistra da parte della De Simone e di Franco Grillini dei Ds: «Nell’epoca dell’Ulivo non sono stati portati a casa grandi risultati sul terreno della tutela dei diritti dei gay, tranne l’abolizione della norma che impediva agli omosessuali di donare il sangue. Adesso con il governo di centrodestra non ci facciamo grandi illusioni».

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...