Gay il 23 marzo a Roma per i nuovi diritti

di

"Con la modifica dell’art. 18 aumenterebbe il rischio di discriminazione e ingiusto licenziamento dei lavoratori e delle lavoratrici omosessuali e transessuali”

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


“Noi ci saremo”: l’appello per la partecipazione alla manifestazione indetta dalla CGIL ha raccolto larghi consensi fra la comunità omosessuale italiana. I firmatari dell’appello danno appuntamento in Piazza della Repubblica, alle ore 10 del 23 marzo, alle altre persone ed organizzazioni gay lesbiche e transessuali che parteciperanno alla manifestazione, per dare vita ad uno spezzone lgbt dentro il corteo.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...