Gay Pride: Amsterdam si tinge di rosa

di

La sfilata si è svolta sui canali: 75 imbarcazioni colorate e vivaci e 100.000 omosessuali a celebrare la festa dell'orgoglio gay.

584 0

BRUXELLES – I canali di Amsterdam sono stati teatro, sabato pomeriggio, dell’annuale parata dell’orgoglio gay che ha colorato di rosa ed animato la citta’.

Oltre centomila omosessuali e lesbiche sono giunti da ogni parte del paese per celebrare un evento che si ripete da sette anni, e che si caratterizza a meta’ tra parata estiva di carnevale, con tripudio di colori, maschere e divertimenti, e dimostrazione orgogliosa della propria diversita’.

Citta’ tollerante da sempre, Amsterdam ha seguito con simpatia e curiosita’ la sfilata di 75 imbarcazioni lungo i canali, ognuna caratterizzata da un tema, da una colonna sonora e da particolari animazioni. Neppure i molti gay in costume adamitico hanno suscitato riprovazione.

"L’accoglienza e’ stata molto positiva", sottolinea Siip De Haan, insegnante di professione, coordinatore della parata per passione. Tra i tanti cittadini che hanno seguito dalle rive la manifestazione, ha fatto capolino anche il calciatore inglese David Beckham, in citta’ per la partita di domani.

Due le novita’ dell’edizione di quest’anno. La presenza ufficiale di Amnesty International e un’imbarcazione ad ‘hoc’ per chi desiderava visitare i musei piu’ importanti della citta’.

L’"art boat" si e’ caratterizzata per il singolare equipaggio che ha scelto di vestirsi con costumi del XVII secolo, con tanto di pompose parrucche, nei evidenti e ventagli in tinta.

"Il nostro primo obiettivo e’ divertirci e divertire", dice De Haan. "E’ bene che ci siano imbarcazioni con stili diversi, da quella piu’ seria di Amnesty, a quella artistica, ad altre decisamente piu’ sfacciate".

Festeggiamenti sono previsti ancora domani. Molti i party a tema che, dai canali, si sposteranno nelle strade della citta’.

Tra questi anche un ‘white party’ organizzato dalla componente lesbica del movimento. Accesso consentito solo a chi si presenta interamente vestito di bianco.

L’Olanda e’ terra di accoglienza per gay e lesbiche. E’ dello scorso anno una legge che estende il matrimonio, con tanto di diritto all’adozione, anche alle coppie dello stesso sesso di cui almeno una componente sia residente nel paese. In virtu’ di questa legge – una novita’ mondiale – lo scorso primo giugno si e’ celebrato all’Aja, in municipio, il primo matrimonio gay tra due italiani: Antonio Garullo e Mario Ottocento, entrambi di Latina.

Leggi   Natalia Aspesi: "Il Gay Pride non è una 'carnevalata', chi lo critica disprezza gli omosessuali"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...