Gay prostituto aggredito da un cliente, non per rapina

di

Un giovane omosessuale genovese è stato colpito a calci e pugni in testa dopo essere salito sull'auto di un altro uomo. L'aggressore non ha darubato il ragazzo.

708 0

Genovese, 31 anni e gay, è stato aggredito a calci pugni e bastonate la scorsa notte. Il giovane, che si prostituiva lungo le strade del quartiere genovese di Carignano ha raccontato di essere salitu sull’auto di un altro uomo, un cliente con il quale aveva concordato prezzo e prestazione.

Non appena arrivati in un luogo sufficientemente appartato, però, il ragazzo è stato aggredito violentemente, ma non è stato derubato, il che significa che lo scopo del gesto non era la rapina. Stando alla denuncia, l’aggressore avrebbe colpito il giovane alla testa con calci e pugni e poi con un oggetto contundente che ha causato una ferita molto profonda. La prognosi che l’ospedale ha dato al ragazzo è di dieci giorni.

Leggi   Omofobia, estate 2017 da incubo: a quando una legge?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...