GayLib: ai Castelli Romani si discriminano i gay

di

Il Direttivo dell'associazione di gay e lesbiche liberali e di centrodestra denuncia la discriminazione delle coppie di fatto e dei cittadini gay-lesbo-bisex e trans nei comuni dei Castelli...

1559 0

ROMA – Il Direttivo di GayLib, associazione di gay e lesbiche liberali e di centrodestra (www.gaylib.info), denuncia la discriminazione delle coppie di fatto e dei cittadini gay-lesbo-bisex e trans nei comuni dei Castelli Romani.
Secondo l’associazione, «dopo la delibera discriminatoria votata dal Consiglio comunale del Comune di Marino nello scorso mese di maggio che escludeva dai benefici dei servizi sociali le coppie di fatto gay, un caso analogo si registra per il terzo anno consecutivo nel Comune di Ciampino, dove l’assegno di cinquecento euro per le coppie disagiate viene esteso anche alle coppie di fatto, ma solo se eterosessuali. Casi di discriminazione inaccettabili che vedono protagoniste amministrazioni di centrosinistra».
GayLib (gay liberaldemocratici e di centrodestra) intende «condannare tali scelte politiche» e rivolge un appello al sindaco di Marino, dottor Ugo Onorati, al presidente del Consiglio comunale, Dino Rapo e ai capigruppo di tutte le forze politiche a «portare finalmente in aula, nella prima seduta utile, la mozione già sottoscritta in primavera all’unanimità con la quale l’assemblea cittadina di Marino si impegnava, in tempi brevi, a votare sull’istituzione del registro delle unioni civili».

Leggi   Chelsea, stop all'impunità da stadio: attivate due linee anti-discriminazione
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...