GB: apre clinica inseminazione per lesbiche

di

Sta per essere aperta a Bristol, in Inghilterra, una clinica dotata di una banca dello sperma "specializzata" nell'inseminazione artificiale di coppie lesbiche e donne single.

1383 0

ROMA – Sta per essere aperta a Bristol, in Inghilterra, una clinica dotata di una banca dello sperma “specializzata” nell’inseminazione artificiale di coppie lesbiche e donne single. Lo riporta l’edizione digitale del quotidiano britannico “The Guardian”, sottolineando che il nuovo centro è stato creato da John Gonzales, un uomo d’affari già esperto nel settore, essendo il proprietario di due siti web (ManNotIncluded.com e WomanNotIncluded.com) che vendono online ovuli e spermatozoi con consegna a domicilio.
“Abbiamo detto in maniera chiara che intendiamo aiutare le donne lesbiche e quelle single”, ha detto al Guardian Gonzales che con questo nuovo progetto sfida apertamente la raccomandazione della legge del 1990 sulla fecondazione assistita in Gran Bretagna, che afferma che le cliniche devono tenere in considerazione il bisogno del padre di un bambino.
Ma ultimamente in Inghilterra questo il principio della paternità necessaria sta perdendo terreno e anche la “Human Fertilisation and Embriology Authority (Hfea), l’organo di controllo in materia, sta tornando su posizioni più morbide riguardo la questione. La sua presidente, Suzi Leather, recentemente ha detto esplicitamente che la clausola sul padre dovrebbe essere eliminata. Clausola che ha reso la vita difficile alle cliniche che nel Paese praticano la fecondazione assistita. Ma Gonzales è certo che la sua clinica riceverà il placet dell’Hfea che fra breve dovrà procedere ad una rigida ispezione delle strutture.

Leggi   Veronica Pivetti: "Vivo con una donna, gli uomini mi hanno delusa"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...