GB: Il reale scandalo gay

di

Windsor travolta dallo scandalo gay

501 0

LONDRA – Dopo il processo a Paul Burrell, ex maggiordomo di Lady Diana accusato di aver rubato effetti principali della principessa, un nuovo scandalo, emerso da questa stessa inchiesta, ha travolto la famiglia reale inglese: un altro ex dipendente, George Smith, 42 anni, valletto del Principe Carlo, ha rivelato di essere stato stuprato da un altro servitore nel 1989 e ora accusa lo stesso Carlo di voler insabbiare tutto. L’uomo, di cui non sarebbe noto il nome ma che risulterebbe ancora in servizio presso il principe, avrebbe prelevato Smith a Kensington Palace, l’avrebbe portato a casa sua e, dopo averlo fatto addormentato con dosi massicce di champagne, lo avrebbe violentato. Smith, affetto tra l’altro da problemi mentale, non avrebbe fatto denuncia e sarebbe stato liquidato da Carlo con un assegno sostanzioso. La Principessa Diana, però, registrò la confessione su una cassetta poi finita in possesso di Paul Burrell.

Il ‘Sunday Times’ rivela inoltre che un ex poliziotto, assegnato alla sicurezza di Sua Maestà, avrebbe rivelato che alcuni cortigiani avrebbero intrattenuto segretamente a Buckingham Palace diversi prostituti gay per organizzare orge omosessuali.

Leggi   "Il chemsex fa parte della cultura gay": è polemica
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...