Geri a Roma: niente balli lesbo

di

Geri ha cantato due canzoni per Alberta Ferretti per la modica cifra di 100 milioni.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
674 0
674 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Geri Halliwell ha deluso, ieri, quanti aspettavano nella sua mini-performance romana un bis di quelle esibizioni dal forte sapore saffico tenute pochi giorni fa durante uno spettacolo per un’associazione benefica del principe Carlo, e che hanno tanto scandalizzato i pur ben avvezzi tabloid inglesi. La pimpantissima ex-Spice Girl ha detto che c’erano troppi fotografi: «Non mi fido» e ha evitato di farsi slinguare eroticamente dalle girls che ballano accanto a lei.

Geri era a Roma come testimonial dell’apertura della nuova boutique ampliata e rinnovata di Alberta Ferretti, e si è esibita sul palco allestito per l’occasione tra via Condotti e via Bocca di Leone. Nella strada chiusa al traffico e illuminata dal fuoco proveniente da cinquantasei bracieri di rame, si erano stipati 2.500 invitati selezionatissimi dall’organizzatrice dell’evento Tiziana Rocca, tra i quali il sindaco di Roma, Walter Veltroni, Gianni Letta, Paolo Bulgari, Mara Venier, Anna Falchi, Nancy Brilli, Raul Bova, Matilde Brandi, Giuseppe Ciarrapico, Luca Barbareschi, Carla Fendi, Gianni Ippoliti. Tra gli assenti importanti, il bel Don Johnson, che doveva sedere proprio al tavolo di Geri e che invece ha dato buca.

Geri Halliwell pare abbia ricevuto un compenso di cento milioni di lire (pagati però in sterline inglesi) per cantare due brani, uno dei quali, "Scream if you wanna go faster" era quello durante il quale a Londra si era esibita nella provocante danza saffica con le sue compagne, giustificandosi poi dicendo che ama "fare uscire le mie fantasie saffiche sul palcoscenico".

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...