Germania: definitivo sì alle coppie gay

di

La Corte Costituzionale ha respinto un ricorso di alcuni laender conservatori, dando piena legittimità alla legge che istituisce il "matrimonio gay".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Vittoria nella battaglia finale per il riconoscimento delle unioni omosessuali in Germania. La corte costituzionale ha respinto il ricorso presentato dai laender di Baviera e Sassonia, rendendo così certa l’entrata in vigore della legge per il primo di agosto.

La legge, approvata con lo strenuo sostegno della coalizione rosso verde di Gerhard Schroeder, prevede la nascita di un nuovo istituto giuridico equivalente al matrimonio eterosessuale, ma pensato esclusivamente per le coppie gay.

Il ricorso presentato dai due laender, governati dagli schieramenti conservatori Csu e Cdu, si basava sull’ipotesi che la legge violasse l’articolo 6 della costituzione tedesca, nel quale viene stabilito il dovere del paese di tutelare il matrimonio e la famiglia.

Jens Eichenauer, presidente del Schwusos, l’organizzazione di gay e lesbiche vicine alla SPD, si è dichiarato "felice per tutti i gay e le lesbiche, che hanno aspettato a lungo di poter dare sicurezza legale alle loro unioni".

«Con la giornata di oggi – ha aggiunto Eichenauer – si chiude un ulteriore capitolo di discriminazione in Germania. Vorrei, a nome della Schwusos, ringraziare per il supporto che abbiamo ricevuto da tutta la popolazione e che ha reso possibile portare avanti questa battaglia con coraggio. Vorrei particolarmente ringraziare il Segretario Federale della Giustizia, signora Herta Daeubler Gmelin, che ha combattuto al nostro fianco per i diritti di gay e lesbiche».

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...