Germania: no a coppie gay in lavori cattolici

di

La Chiesa cattolica tedesca potrebbe escludere le coppie gay dagli impieghi nelle proprie istituzioni, malgrado la legalizzazione dei matrimoni fra omosessuali, già in atto dallo scorso agosto.

BERLINO – La Chiesa cattolica tedesca potrebbe escludere le coppie gay dagli impieghi nelle proprie istituzioni, malgrado la legalizzazione dei matrimoni fra omosessuali, già in atto dallo scorso agosto in Germania.

Il cardinale Karl Lehmann ha definito "una seria ferita al matrimonio e alla famiglia" la legge che ha ufficializzato le coppie gay dal punto di vista civile, richiedendo la decisione di un tribunale per il divorzio. Ha aggiunto che chiederà alla Conferenza episcopale tedesca di decidere che tali unioni sono incompatibili con l’impiego in istituzioni ecclesiastiche cattoliche.

Da parte dei Verdi, che hanno sostenuto a spada tratta la legge in Parlamento, il comportamento dei vescovi tedeschi è "discriminatorio e ipocrita". I deputati verdi Christa Nickels e Volker Beck si chiedono perch‚ un omosessuale single debba essere considerato più leale verso la chiesa di una coppia sposata. Manfred Bruns, portavoce dell’Associazione gay e lesbiche, ha accustato i vescovi tedeschi di voler isolare gli omosessuali come "malati di morbi contagiosi".

Leggi   Germania, nel weekend i primi matrimoni LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...