Gerusalemme: anche Peres contrario al World Pride

di

Il vice premier Shimon Peres, in occasione di una visita al rabbino capo d'Israele Shlomo Moche Amar, si sarebbe pronuciato contro il Jerusalem Gay Pride, definendolo qualcosa d'incomprensibile.

661 0

GERUSALEMME – Si allunga la lista degli oppositori alla manifestazione dell’orgoglio omosessuale prevista per quest’estate a Gerusalemme: il vice premier Shimon Peres, in occasione di una visita al rabbino capo d’Israele Shlomo Moche Amar durante il periodo della pasqua ebraica, si sarebbe pronuciato contro il Jerusalem Gay Pride, definendolo qualcosa d’incomprensibile.
Lo riferisce lo stesso rabbino oggi sul portale ‘Proche-Orient’, citando le presunte affermazioni del leader dei laburisti secondo il quale “gli uomini hanno passato il segno”. Una presa di posizione in parte smentita dallo staff di Peres che, respingendo le supposte dichiarazioni contro gli omosessuali, ha comunque sostenuto l’opinione del vice-premier secondo cui “non bisognava organizzare una simile manifestazione a Gerusalemme perchè è la città santa per le tre grandi religioni”.

Leggi   Israele: la Corte Suprema dice no ai matrimoni gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...