Giudice di Seattle contro veto alle coppie gay

di

Secondo un giudice dello stato di Washington la legge che vieta le unioni fra gli appartenenti allo stesso stesso è incostituzionale.

SEATTLE (Washington) – I matrimoni fra gay continuano a suscitare polemiche negli Stati Uniti. L’ultimo capitolo sull’argomento è stato scritto in ordine di tempo da un giudice dello stato di Washington, secondo il quale la legge che vieta le unioni fra gli appartenenti allo stesso stesso è incostituzionale. Analogamente a quanto avvenuto in altri stati, sarà la corte suprema a avere, probabilmente, l’ultima parola sulla spinosa questione.
Per il giudice William Downing, della Corte Superiore della contea di King, “la prerogativa del matrimonio civile e le diverse prerogative conferite da questo stato sul piano legale non sono garantite in modo eguale a tutti i cittadini”, ha scritto nella sua sentenza in risposta a un esposto presentato da otto coppie dello stesso sesso che avevano richiesto, senza esito, l’autorizzazione per il matrimonio.
Esultano i gay dello stato, che parlano di “grande vittoria e di giornata storica”. “La corte ha riconosciuto che se agli omossessuali non verrà riconosciuto il diritto al matrimonio, non saremo trattati in modo uguale davanti alla legge. Le coppie omosessuali hanno bisogno di protezioni e il matrimonio le dà, e questa sentenza dice che hanno il diritto di averle allo stesso modo delle coppie eterosessuali”, ha commentato Kevin Cathcart, direttore di Lambda Legal, gruppo di attivisti gay .
La questione delle coppie gay ha diviso in due l’opinione pubblica statunitense ed è divenuta un argomento centrale della campagna per le elezioni presidenziali di novembre. Il presidente George W. Bush ha sollecitato l’emendamento della Costituzione per impedire le unioni gay su tutto il territorio nazionale, ma il mese scorso i repubblicani non sono riusciti a raccogliere in senato i voti necessari per la presentazione di un disegno di legge al riguardo.
Intanto, la battaglia va avanti stato per stato: dopo che in novembre la Corte suprema del Massachusetts si pronunciò a favore delle unioni tra gay, per quattro mesi a San Francisco sono stati celebrati centinaia di matrimoni gay finchè le unioni non sono state bloccate dalla corte suprema della California. In un referendum svoltosi ieri in Missouri, gli elettori si sono espressi a grande maggioranza per la modifica della costituzione che sancisca il divieto alla unioni tra gay.

Leggi   Trump è pronto a perdonare Joe Arpaio, lo sceriffo che odia gay e immigrati
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...