Gli esponenti lgbt di PD e SEL contro Libero

di

Concia, Lo Giudice, Scalfarotto, Zan: "campagna contro De Giorgi per impedire che i diritti civili siano patrimonio delle forze moderate".

1711 0

Gli esponenti lgbt di PD e SEL denunciano la campagna stampa per impedire che il direttore di Gay.it portasse i temi gay nella Lista Monti.

In una nota congiunta, gli esponenti gay di PD e Sel – Anna Paola Concia, Sergio Lo Giudice, Ivan Scalfarotto e Alessandro Zan – denunciano la campagna portata avanti da alcuni quotidiani vicini al centrodestra per impedire che il direttore di Gay.it portasse nella Lista Monti i temi lgbt. “L’obbiettivo della campagna violenta messa in moto contro Alessio De Giorgi – scrivono i candidati al prossimo parlamento – è quello di impedire che anche fra le forze conservatrici e moderate ci possa essere qualcuno che porti avanti le battaglie di civiltà; ciò che si vuole ottenere è che il tema dell’avanzamento dei diritti civili possa diventare patrimonio di tutte le forze politiche, come del resto accade in tutti i paesi europei”.

“Il centro-sinistra con cui siamo candidati – continuano -, se vincerà alle prossime elezioni approverà quelle leggi di civiltà che mancano a questo paese ormai da troppo tempo; continueremo ad impegnarci sul piano culturale perché finalmente anche in Italia tutte le forze politiche possano mettere al centro della propria proposta politica il tema dei diritti civili. Un tema che riguarda tutte e tutti perché ha a che fare con il grado complessivo di giustizia dell’intero paese”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...